Teglio, trentadue metri per una sciarpa lunga un naviglio
Suggestiva manifestazione lungo il Naviglio Grande con la sciarpa realizzata dalle donne di Teglio

Teglio, trentadue metri per una sciarpa lunga un naviglio

È la sciarpa, larga 30 centimetri e lunga per l’appunto 32 metri, che un gruppo di donne dell’associazione Nuovi Orizzonti di Teglio ha realizzato su invito di Mari Moretti.

Trentadue metri di colore, fantasia, creatività, messaggi legati all’importanza della terra e dei suoi frutti. È la sciarpa, larga 30 centimetri e lunga per l’appunto 32 metri, che un gruppo di donne dell’associazione Nuovi Orizzonti di Teglio ha realizzato su invito di Mari Moretti e aderendo all’iniziativa “La lunga sciarpa del Naviglio”, ideata dall’associazione culturale Coinvolgente di Milano.

Obiettivo del sodalizio e della sua anima, Mitti Piantanida, quello di salvaguardare e recuperare il patrimonio storico - culturale e turistico del Naviglio Grande e del territorio circostante. Proprio per questo l’associazione meneghina ha lanciato un progetto aperto a persone di tutto il mondo, che prevede la realizzazione di una sciarpa che sarà composta da tanti pezzi di filato (lana, cotone o altro), di qualsiasi colore, lavorati a ferri, uncinetto o comunque intrecciata manualmente, con la larghezza di 30 centimetri (“abbracciando” così il corrimano del parapetto del Naviglio). Un manufatto da offrire a Naviglio Grande in segno di affetto, protezione, calore, unione, condivisione e amicizia che è piaciuto a Moretti e alle donne dell’associazione anziani di Teglio, coordinate da Isolina Rainoldi, che, nel corso dell’inverno, si sono messe a sferruzzare.

La sciarpa parte dall’intitolazione “Caro Naviglio” per affrontare i temi connessi all’Expo 2015, ovvero i prodotti della terra e del lavoro con scritte inserite nella lavorazione a maglia, dai cereali al latte, dall’acqua agli ortaggi e ai fiori fino alla frase “in pane vita e pax”. Il messaggio che le telline vogliono lanciare è che il pane è per tutto il mondo e dunque da Teglio e dalla torre De li Beli Miri si apre alla Lombardia, all’Italia, all’Europa, al mondo.

Fatto che ha inorgoglito il gruppo di Teglio, è che la sciarpa è stata ritenuta talmente significativa da essere stata offerta simbolicamente al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il 26 aprile scorso, in occasione dell’inaugurazione della nuova darsena. Ma il progetto prosegue. L’obiettivo è di arrivare a una lunghezza di 50 chilometri da esibire lungo le sponde del Naviglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA