Teglio, muore guardacaccia di 18 anni  La caduta non gli ha lasciato scampo
Sull’accaduto accertamenti dei carabinieri (archivio)

Teglio, muore guardacaccia di 18 anni
La caduta non gli ha lasciato scampo

Teglio Il giovane è scivolato nell’Azienda faunistico venatoria Val Bondone Malgina. Prestava servizio soltanto da un mese. «Era felice, non meritava una fine del genere»

Tragedia, nel tardo pomeriggio di ieri, nel territorio dell’Azienda faunistico venatoria Val Bondone Malgina, sul versante orobico del Comune di Teglio.

Una guardia venatoria di soli 18 anni, Simone Valli, di Teglio, in forza alla riserva solamente da un mese, ha perso la vita scivolando in un luogo impervio, dentro il perimetro della riserva.

Non è dato sapere, al momento, come si sia verificato l’incidente. Con ogni probabilità si è sporta troppo, magari nel tentativo di meglio scorgere la fauna selvatica.

Forse a giocargli un brutto scherzo può essere stato il terreno bagnato, dilavato dalle continue piogge di questo periodo. Ma saranno le indagini e gli accertamenti in corso a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Pare che il giovane sia morto sul colpo, lasciando sgomenti mamma, papà, la sorella e, ancora una volta, tutta la comunità di Teglio.

Simone Valli il suo nome, appassionato del settore, felice di essere riuscito a patentarsi guardacaccia e di aver trovato lavoro, da pochissimo, al seguito di Daniele Travaini, capo guardacaccia della riserva.

«Era al settimo cielo, felice, un ragazzo bravissimo - ci hanno assicurato ieri sera, a caldo, da Teglio i suoi compaesani straziati dal dolore -, assolutamente non meritava una fine simile. Non sappiamo cosa sia successo. Sappiamo solo della tragedia e che lui non c’è più. Ancora un grave lutto che segna pesantemente il nostro paese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA