Teglio è pronta a... fare 13, All’insegna del gusto
Ieri la presentazione delle iniziative: da sinistra Bottoni, Valli, Branchi, Finotti e Negri

Teglio è pronta a... fare 13, All’insegna del gusto

Dal 7 settembre fino al 1° dicembre una lunga rassegna enogastronomica accompagnata da una serie di eventi.

Tredici fine settimana per ventisei giornate complessive, dal 7 settembre al 1° dicembre, dedicate al gusto o, meglio, al gusto tutto tellino e valtellinese. Teglio è pronta per la coda estiva e il lungo autunno che sarà dedicato a “Il pizzocchero d’oro” nel mese di settembre e ai “Weekend dei sapori d’autunno” dal 5 ottobre al 1° dicembre. Non solo una rassegna gastronomica, però, visto che ogni fine settimana sarà accompagnato da una serie di eventi per i visitatori, tanto che Teglio rifiorisce durante l’autunno con un flusso turistico pari o maggiore rispetto all’estate e un coinvolgimento che riguarda non solo i ristoratori, ma tutto il paese e le attività e le strutture ricettive.

Nella sala consiliare si è tenuta mercoledì pomeriggio la presentazione alla presenza degli attori. A fare gli onori di casa l’assessore al Turismo, Laura Branchi, che ha sottolineato come l’enogastronomia sia «il fiore all’occhiello di Teglio e il nostro punto forte – ha affermato -. La manifestazione sta crescendo esponenzialmente negli anni e, da quest’anno, sarà corredata da un calendario di eventi ancora più ricco». A parte visite guidate, mercatini e spettacoli, la novità di questa edizione (promossa da ristoratori di Teglio e sostenuta da Comune, consorzio turistico Media Valtellina e la partecipazione di associazioni fra cui l’Accademia del pizzocchero e l’Associazione per la coltura del grano saraceno di Teglio) sono due concorsi: “Master pizzoccheri” e “Junior master pizzoccheri”.

«Dalla fine degli anni Novanta abbiamo iniziato ad organizzare la rassegna partita in sordina e che, man mano, si è imposta in provincia e fuori provincia - ha dichiarato Fabio Valli in rappresentanza dei ristoratori -. I week end sono aumentati tanto da arrivare a tredici e i ristoranti aderenti sono la quasi totalità di quelli in paese. Un grazie lo dobbiamo ai nostri sostenitori più di ottanta fra privati e istituzioni, al consorzio turistico per il supporto logistico e fiscale, alle associazioni del paese che arricchiscono il programma con eventi, alle cantine. Dobbiamo dire che “Il pizzocchero d’oro” e i “Weekend dei sapori d’autunno” sono diventati il volano per l’economia di Teglio. Il turismo è cambiato, i soggiorni si sono abbreviati e noi ci siamo adeguati con questa proposta». La risposta è massiccia con turisti che arrivano non solo dalla Lombardia e dalla Svizzera, ma anche dal centro Italia apposta per degustare i menù. Il direttore del consorzio turistico, Gigi Negri, ha rimarcato il binomio cibo e cultura a Teglio, mentre il presidente dell’Accademia del pizzocchero, Flavio Bottoni, ha confermato l’appoggio del sodalizio e il valore del lavoro in rete: «Teglio ha dimostrato che la sinergia funziona e dà buoni risultati – ha detto Bottoni -. Forse servirebbe anche a livello provinciale...». L’Accademia sarà in prima linea, con dimostrazioni di scarellatura. Novità di quest’anno, come ha spiegato il presidente dell’Associazione per la coltura del grano saraceno di Teglio Riccardo Finotti, saranno “I giorni del grano saraceno” il 7 settembre (dopo l’inaugurazione alle 11,30 nel giardino di palazzo Piatti-Reghenzani) con dimostrazioni, degustazioni e visite guidate al mulino Menaglio: «Avremo i campi in fiore, sarà uno spettacolo!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA