Tariffe invariate, investimenti per 5,5 milioni di euro

Tariffe invariate, investimenti per 5,5 milioni di euro

Sono alcuni degli elementi chiave del bilancio di previsione 2017 che l’assessore Gianpiero Busi ha illustrato giovedì sera al consiglio comunale, che al termine del dibattito ha approvato il programma economico di palazzo Pretorio per il prossimo anno.

Un passaggio che dovrebbe portare qualche vantaggio al Comune, ha spiegato Busi, visto che «nella legge di stabilità sono previsti “meccanismi premiali” per gli enti che approvano tempestivamente il bilancio», ma i termini precisi di queste agevolazioni non sono ancora chiari.

Quel che è certo, per intanto, è la conferma di tributi e tariffe applicati nel 2016 anche per il prossimo anno: le aliquote Tasi resteranno invariate - 2,5 per mille per la prima casa, 0,8 per mille per le altre categorie - così come quelle dell’Imu, ha spiegato l’assessore al Bilancio, mentre per la Tari, la tassa rifiuti, ci sono alcune differenze fra le utenze domestiche e le altre.

«Le domestiche restano mediamente invariate, ma c’è una riduzione percentuale in molti casi - ha sottolineato Busi -, mentre per le utenze non domestiche abbiamo introdotto una riduzione media dell’1,4%, con importi differenziati per le diverse categorie».

Su un bilancio complessivo di 32,2 milioni di euro il Comune ha previsto oltre cinque milioni e mezzo di spese in conto capitale , una percentuale di investimenti significativa. Nel frattempo il Comune ha iniziato a tirare le somme dell’anno che sta finendo, in vista della preparazione del consuntivo: il 2016 dovrebbe concludersi con una quota disponibile di avanzo di amministrazione di 289mila euro, ha spiegato Busi, che saranno reinvestiti il prossimo anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA