Tanti turisti in Valle, ma pochi in pista

Tanti turisti in Valle, ma pochi in pista

Gente in circolazione ce n’è molta, soprattutto a Livigno, Bormio, Santa Caterina Valfurva, ma, sugli sci, molta meno del solito. A dirlo, su tutti, è il dato di Livigno che il 27 dicembre ha fatto registrare un calo di ingressi del 33%.

Non che le piste non siano preparate a dovere nel piccolo Tibet così come altrove, fatta la debita tara sulla totale mancanza di neve naturale e persino sulle condizioni meteo non ottimali per produrla artificialmente, il problema sono le motivazioni.

Tanto che le località si stanno inventando attività alternative alla neve: le ciaspolate sono state trasformate in trekking a piedi e si punta sulle biciclette.

Ma se per le festività gli operatori sono fiduciosi, a preoccupare è il prosieguo della stagione, dall’Epifania in avanti, se dovessero permanere queste condizioni.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 28 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA