Tangenziale di Tirano, passo avanti  «Espropri, accordo entro marzo»
Il vertice in Regione per la tangenziale di Tirano

Tangenziale di Tirano, passo avanti

«Espropri, accordo entro marzo»

Ieri il vertice tra Regione, Anas, Coldiretti e i rappresentati degli enti locali. L’assessore Sertori: «Posizioni più vicine»

«Ci siamo dati un termine, ovvero entro marzo, spero che si raggiunga la quadra definitiva per gli indennizzi legati agli espropri per la realizzazione della tangenziale di Tirano».

Lo annuncia l’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, che ha incontrato i vertici di Anas, Coldiretti Sondrio e i rappresentanti degli egli locali interessati, sul tema per l’appunto degli espropri dei terreni per lasciar posto alla bretella che bypasserà la città abduana.

«Dopo una serie di interlocuzioni - commenta Sertori - siamo convinti di essere in dirittura d’arrivo per trovare una giusta sintesi che contempli la necessità di costruire un’opera pubblica importante quale è la tangenziale di Tirano e i giusti indennizzi ai proprietari, nonché agli affittuari dei terreni che, inevitabilmente, saranno sottratti alle attività agricole».

In quello che Sertori tiene a precisare come «un clima costruttivo e di collaborazione», sono stati definiti anche i tempi per arrivare a un’intesa condivisa, ovvero come detto entro la fine di marzo.

«Quello di ieri è stato uno degli incontri che abbiamo tenuto in questi mesi - precisa l’assessore - Le posizioni, che erano lontane, ora si stanno avvicinando».

Maggiori dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola sabato 1 febbraio 2020


© RIPRODUZIONE RISERVATA