Tangenziale di Tirano, anche la Corte dei conti dice «sì»

Tangenziale di Tirano, anche la Corte dei conti dice «sì»

Ultimo adempimento burocratico espletato, la palla passa definitivamente ad Anas per la progettazione prima e la gara d’appalto poi.

Altro significativo passo in avanti per la bretella tiranese: la magistratura contabile dello Stato, in tempi relativamente stretti, ha dato il via libera alla delibera del Cipe certificando così che le coperture finanziarie per la strada ci sono e che quell’atto del Comitato interministeriale è efficace a tutti gli effetti.

«Insomma - dice l’onorevole Ugo Parolo - indietro non si torna: la realizzazione della tangenziale è una certezza. Quello della Corte dei conti era veramente l’ultimo, ma importante adempimento (è stata certificata la regolare copertura finanziaria dell’opera) per poter procedere da parte di Anas con la redazione del progetto esecutivo e quindi della successiva gara d’appalto che a questo punto possiamo ipotizzare entro la fine dell’anno. Quindi ora tocca ad Anas non perdere tempo. Noi terremo monitorato come sempre il procedimento al fine di ridurre al minimo necessario i tempi».

«Quello che sembrava impossibile quando abbiamo affrontato i progetti per il primo lotto della nuova strada statale 38, la tangenziale di Morbegno e quella di Tirano, è invece diventato realtà» dichiara l’assessore regionale alla Montagna Massimo Sertori.

«L’iter della bretella di Tirano - dice - dimostra una volta di più che con un un’ottima progettualità, con forte determinazione politica e con la condivisione del territorio, tutto è possibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA