Talamona, Trivella può cercare il bis  Ma le opposizioni non stanno a guardare
L’insediamento del sindaco Trivella nel 2015

Talamona, Trivella può cercare il bis

Ma le opposizioni non stanno a guardare

Verso il votoL’attuale sindaco ha lasciato intendere un suo impegno per i prossimi 5 anni

Tarabini: «Ci stiamo lavorando». Orlandi ci sarà ancora e Ciaponi spinge per una lista unica

Talamona conta 4.500 abitanti ed è il Comune più popoloso in provincia fra quelli che la prossima primavera dovranno rinnovare il consiglio comunale.

Nell’ultima tornata elettorale, quella del 2015, venne eletto Fabrizio Trivella, che ebbe la meglio sui due sfidanti, Renato Ciaponi e Roberto Tarabini. Tutte e tre i gruppi consiliari si sono di nuovo messi al lavoro, ma nessuno al momento tiene a esporsi in prima persona, sebbene all’appuntamento amministrativo manchi solamente una manciata di mesi.

Dopo il commissariamento

Prima di Trivella il Comune della Bassa Valle uscì da un anno di commissariamento a seguito degli errori nel conteggio delle schede che avevano fatto mancare di un soffio il raggiungimento del quorum per la validità del voto. Ora Trivella dopo i cinque anni di amministrazione al momento non si sbilancia. «È troppo presto – dice –, siamo ancora in fase di valutazione». Ma proprio l’attuale primo cittadino nelle scorse settimane, a chiusura dell’anno, aveva espresso, anche sul bollettino che arriva nelle case dei talomonesi, un auspicio, lasciando intendere un suo impegno anche per il futuro.

Roberto Tarabini, fondatore nel 1988 del gruppo locale della Lega, non nasconde di essere al lavoro per l’appuntamento elettorale. «Ci stiamo muovendo da un po’ – afferma – e stiamo avendo incontri “bilaterali” con gli altri schieramenti, fra di noi e con la popolazione. Di sicuro ci ripresenteremo alle urne, ma non è detto che sia io a guidare il gruppo perché devo fare i conti con miei impegni di lavoro».

Allo stesso modo il capogruppo della terza formazione consiliare, Paolo Orlandi, conferma la presenza attiva dei suoi. «Insieme ci stiamo confrontando per impegnarci di nuovo per Talamona».

«Uno sforzo comune»

Mentre dall’ex candidato sindaco del suo gruppo (che poi ha lasciato spazio alle nuove leve), Renato Ciaponi, amministratore di lungo corso, arriva un auspicio, la lista unica. «Credo che Talamona - si legge nel suo post diffuso su Facebook - meriti uno sforzo comune, un progetto per il futuro di Talamona scelto e condiviso da tutta la popolazione. Semplicemente presentando una lista unica, con nominativi proposti dai cittadini attraverso assemblee pubbliche, semplici segnalazioni o altre forme di comunicazione. Una lista unica di cittadini scelti dalla popolazione, candidati che abbiano voglia e tempo da dedicare alla cosa pubblica per realizzare un programma condiviso da tutta i cittadini. Una lista che unisca giovani e meno giovani, al di là delle appartenenze politiche, nel desiderio di realizzare una nuova Talamona».


© RIPRODUZIONE RISERVATA