Superstrada, tre settimane per riaprirla tutta

Superstrada, tre settimane per riaprirla tutta

Arrivano dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi le previsioni sulla strada che collega Lecco alla Valtellina e dove attualmente si viaggia ad una sola corsia (la carreggiata sud) tra Bellano e Mandello.

Le criticità della viabilità sono approdate in consiglio regionale grazie all’interrogazione presentata subito all’indomani della caduta massi del 25 aprile dal consigliere del Pd Raffaele Straniero.

«La Regione ha tempestivamente supportato Anas, insieme alla Prefettura di Lecco, nei lavori che hanno consentito di riaprire la carreggiata sud della Superstrada lo scorso lunedì 29 aprile - ha detto Terzi -. Anas ha affidato i lavori riguardanti la posa di barriere paramassi lungo tutto il versante interessato dai crolli e queste misure consentiranno di riaprire la carreggiata nord entro tre settimane». E dunque prima della chiusura delle scuole, in tempo per consentire un flusso normale al traffico di villeggianti e turisti estivi.

Il question time ha fornito l’occasione per fare il punto, oltre che sugli interventi urgenti da fare, anche sulla gestione più “ordinaria” delle criticità che interessano le Statali 36 e 38. «Sarà attivato un tavolo di lavoro con Anas e gli enti territoriali per affrontare insieme le questioni - ha assicurato Terzi -. Stiamo ragionando sulle modalità ipotizzando una riunione plenaria e specifici gruppi più ristretti, visto il numero degli enti coinvolti».

Soddisfatto delle risposte ricevute Straniero che però è tornato ad insistere sull’importanza di interventi strutturali sulla 36 «anche - ha sottolineato - in vista delle Olimpiadi. Su questo l’assessore ci ha riferito che stanno riflettendo su come comporre il gruppo di lavoro con Anas per evitare una pletora di soggetti. Va bene, ma ci auguriamo solo di non farci trovare impreparati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA