Sulle piste ma rispettando l’ambiente  Oggi le prime corse del servizio  navetta
Con gli sci ai piedi lungo le piste di Pian di Gembro

Sulle piste ma rispettando l’ambiente

Oggi le prime corse del servizio navetta

L’annuncioDa Aprica quattro partenze verso la neve di Pian di Gembro e di Trivigno

Saranno quotidiane fino al 5 gennaio, poi nel fine settimana fino al mese di marzo

Da oggi sarà più comodo – in quanto si eviteranno traffico e ricerca di parcheggio -, ma anche più “green” raggiungere le piste di fondo di Pian di Gembro e di Trivigno.

Come annunciato nelle scorse settimane dal consigliere comunale di Aprica, Alessandro Damiani, e dal presidente della Comunità montana di Tirano, Gian Antonio Pini, si potrà fruire di un servizio navetta. A darne l’annuncio ufficiale è il consorzio turistico Media Valtellina che, insieme al Comune di Aprica, si è occupato di istituire il nuovo servizio per la stagione invernale.

Le diverse fermate

In particolare il servizio partirà quest’oggi e sarà garantito tutti i giorni durante le festività natalizie fino al 5 gennaio, dopodiché proseguirà nei fine settimana di gennaio, febbraio e marzo, nonché la settimana di Carnevale dal 22 febbraio al primo marzo. Da Aprica partiranno quattro corse per garantire una buona copertura della giornata di sci: alle 8,45, alle 10,45, alle 12,45 e alle 15 mentre il ritorno da Trivigno sarà alle 9,45, alle 11,45, alle 14 e alle 16.

Le fermate saranno collocate tutto lungo corso Roma ad Aprica e, per la precisione, all’altezza dell’albergo Posta, all’infopoint, all’incrocio di via Nazionale con via Pineta e all’incrocio di via Nazionale con via Baradello.

La navetta scaricherà gli sciatori e i turisti all’ingresso della riserva di Pian di Gembro e vicino alla centro fondo di Trivigno da dove si potrà anche riprendere lo skibus al rientro.

Come annunciato da Alessandro Damiani, sono stati definiti costi contenuti per consentire a più persone di fruire della novità. L’andata e ritorno per Pian Gembro avrà un costo di 4 euro, l’andata e ritorno per Trivigno 6 euro. Le prenotazioni verranno raccolte entro il giorno prima all’infopoint di Aprica in corso Roma.

Comuni ed ente montano

Il servizio nasce dalla collaborazione fra i Comuni di Aprica, Tirano, Villa di Tirano e Comunità montana , che hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la gestione delle piste e la pratica dello sci di fondo in Pian Gembro e Trivigno. Per quanto riguarda, nel dettaglio, il costo della navetta si prevede una spesa massima di 8.800 euro a stagione che sarà pagata per il 70 per cento dal Comune di Aprica (5.460 euro), per il 30 per cento dal Comune di Tirano (2.340 euro) e per una quota pari a mille euro dal Comune di Villa.

Entrambe le piste di fondo sono ad accesso gratuito e fruibili, in tracciati dedicati, anche con le racchette da neve. La pista di Pian di Gembro non è ancora battuta, mentre a Trivigno sono stati battuti dallo Sci Cai da sabato scorso sia il percorso di 2,5 chilometri, sia l’anello di medio livello da 4,5 chilometri. «Vogliamo che parta concretamente il rilancio unitario dell’area di Pian di Gembro, Trivigno, del monte Padrio e del Mortirolo – sottolinea Damiani -, che, dal mio punto di vista, deve essere vista come un unico comprensorio, al di là dei confini fra Comuni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA