Studenti, sabato e domenica  test rapidi per 7.700 delle superiori
Oggi e domani test rapido gratuito per 7.791 studenti delle superiori

Studenti, sabato e domenica

test rapidi per 7.700 delle superiori

Domani si torna in zona arancione, lunedì dovrebbero riaprire le scuole

La Lombardia domenica torna arancione. La novità è emersa nella serata di ieri dopo una modifica dei dati comunicati dalla Regione all'Istituto superiore di Sanità, errore sul quale c’è n rimpallo di responsbilità. Non è ancora chiaro se l’allentamento delle misure anti Covid porterà già da lunedì al ritorno in presenza delle scuole superiori.

Intanto, però, Ats e Asst hanno giocato d’anticipo e per sabato e domenica hanno organizzato uno screening di massa anti Covid senza precedenti per numero di studenti coinvolti. A colpi di test antigenici rapidi verranno invitati a sottoporsi a controllo tutti e 7.791 gli studenti degli istituti superiori della nostra provincia.

Più di sette volte tanto il coinvolgimento assicurato nella prima campagna di screening scolastico, organizzata, sui due piedi anche in quel caso, il 26 novembre, dopo il varo della zona arancione, e testata, per la prima volta, con successo, a livello regionale. Allora gli studenti “screenati” erano stati 1.082 e 217 gli insegnanti, mentre, stavolta, il test viene offerto e caldeggiato solo agli studenti. Come detto, però, a tutti, da coloro che frequentano le scuole a Bormio, a Tirano, Sondrio, Morbegno, fino a Chiavenna.

Il tutto in due giornate, oggi, e domani, fra le 8 e le 18, per un totale di 100 ore di impegno.

I ragazzi saranno convocati per classi e dovranno presentarsi muniti del modulo per il consenso informato, già compilato. Cento ore per la vita, verrebbe da dire, perché è di fondamentale importanza poter accedere a questo tipo di controllo, utile a garantire un ritorno a scuola, il più possibile, in sicurezza.

A programmare l’iniziativa, Asst Valtellina e Alto Lario, in collaborazione con Ats della Montagna e con l’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio che, ieri, ha invitato le famiglie a consultare il registro elettronico dell’istituto scolastico di riferimento nel quale si trovano le indicazioni utili e i dettagli per aderire alla campagna fra sedi (più che altro palestre), orari e consenso informato per i genitori degli studenti minorenni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA