Studenti in cammino contro la violenza

Studenti in cammino contro la violenza

Nonostante l’inclemenza del tempo, i ragazzi di “Teatro Incontro” non hanno voluto mancare ad un appuntamento importante per lanciare il loro accorato messaggio contro la violenza sulle donne.

La loro marcia millimetrata, passo dopo passo, incuranti della pioggia, è iniziata al policampus per raggiungere con estenuante lentezza piazza Campello.

Maschere tirate dal dolore, come tanti piangenti Pierrot dal viso imbiancato e due nere stelle ad imperlare lo sguardo, gli studenti sono stati accolti da una selva di ombrelli variopinti del pubblico che si è accalcato a seguire la loro performance che ha dato vita infine ad un coinvolgente valzer, per concludersi con una danza scandita dall’ondeggiare dei foulard al vento con l’esplosione finale del “Viva la vita”.

Altro momento toccante della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stato il flash mob del liceo scientifico Donegani e Argonaute sul tema “La violenza è sempre una scelta. La violenza è sempre una gabbia”. Sulla nuda scacchiera disegnata sul selciato pedoni bianchi e neri si sono affrontati a viso aperto disegnando il dramma della quotidiana violenza sulle donne gettate nel fango e ingabbiate dietro a un muro di sopraffazione e di vergogna.

Clou della manifestazione a corso Vittorio Veneto con “Orange the word” con il simbolismo di una panchina vestita d’arancio che sarà il fil rouge con le piazze dei maggiori mandamenti del territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA