Stroncato da malore a 48 anni. Avvocato trovato senza vita
Dario Moretti, 48 anni ancora da compiere, scomparso sabato sera per un malore

Stroncato da malore a 48 anni. Avvocato trovato senza vita

Il professionista, Dario Moretti, era molto conosciuto. Dopo una partita a tennis con un amico si è sentito male nella sua abitazione

La notizia ha fatto il giro di Sondrio in poche ore. L’avvocato Dario Moretti, 48 anni ancora da compiere, è stato trovato senza vita a casa sua nella serata di sabato. A stroncarlo, con ogni probabilità, un malore improvviso.

Parlare di choc e di incredulità, in questo caso, è il minimo: tutti in città - e non solo - conoscevano il professionista, tanto riservato quando amichevole. Aveva appena finito di giocare una partita a tennis con un amico. Poi era andato a casa. Forse già non si sentiva tanto bene, ma nessuno avrebbe potuto immaginare che la disgrazia fosse già nell’aria. Non avendolo più sentito, però, l’amico con cui aveva appena finito di giocare a tennis aveva deciso di andare di persona a casa per sincerarsi delle condizioni del professionista. Con lui anche la madre di Dario.

Poco dopo i due lo hanno trovato a terra, ormai privo di vita. Dai primi accertamenti non ci sarebbero dubbi sul fatto che l’uomo sia stato ucciso da un attacco cardiaco, anche se è probabile che la Procura disporrà ulteriori esami per accertare con la massima certezza le cause di un decesso che rimane per molti versi difficile da comprendere, anche soltanto per l’età del popolare avvocato scomparso.

Dario Moretti, classe ’69, avrebbe compiuto 48 anni il prossimo 8 ottobre. Aveva il proprio studio al civico 30 di via Trento e lo si poteva vedere spesso lì in zona. Dopo le superiori si era iscritto a Giurisprudenza per passione, non per ripiego. Non per niente dopo aver cominciato a lavorare come impiegato in banca, subito dopo la laurea, non aveva esitato a lasciare un contratto da dipendente a tempo indeterminato per mettersi in gioco come praticante avvocato. Non aveva avuto però difficoltà a superare l’esame al termine del praticantato e lanciarsi nella professione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA