Strada della Forcola rimessa a nuovo: Livigno investe mezzo milione di euro
Una delle strade comunali a Livigno recentemente asfaltata

Strada della Forcola rimessa a nuovo: Livigno investe mezzo milione di euro

In due settimane posati chilometri di asfalto. Ora toccherà al passo del Foscagno. Bormolini: «Migliorate le vie di accesso» - In agenda anche piste ciclabili e marciapiedi.

La strada della Forcola rifatta quasi a nuovo in meno di due settimane. E’ questo l’intervento più rilevante tra la serie di asfaltature in corso in questi giorni, opere per le quali il comune di Livigno ha stanziato circa mezzo milione di euro. Erano ormai anni che non si vedevano così tanti chilometri di asfalti in programma in una sola stagione, la maggior parte dei quali in corso di definizione, ma la scelta dell’amministrazione è stata chiara: occorreva migliorare le strade e la viabilità.

Soddisfatto il sindaco Damiano Bormolini: «Abbiamo deciso – ha commentato - di mettere molte delle risorse del nostro comune sulle strade: il passo della Forcola, le vie Domenion, Dala Gesa, Pemont sia per i nostri cittadini che spesso utilizzano queste strade ma anche per i turisti che scelgono la nostra località. Col bilancio di previsione 2015, che purtroppo andremo ad approvare solo a metà luglio per i mille cavilli che Roma ci impone, si prevedono ulteriori investimenti con nuove risorse sugli asfalti e in particolare per sistemare la strada del Gallo e altre strade dissestate: questa è la nostra priorità, anche se dovremo fare i conti con il patto di stabilità e con i tempi di appalto».

Ed infatti a breve alle ingenti risorse stanziate dal comune di Livigno per migliorare anche le vie d’accesso alla località turistica, si sommeranno quelle messe a disposizione da Anas per la riqualificazione della strada statale del Foscagno.

«Attendiamo urgentemente – ha fatto sapere l’assessore competente Remo Galli - i lavori sul passo del Foscagno, perché vogliamo una strada decente e oggi purtroppo non lo è. Abbiamo avuto comunque rassicurazioni da Anas che i lavori inizieranno in questo mese: vigileremo affinchè questo avvenga». Sempre in tema di viabilità e collegamenti, quest’anno anche la Comunità Montana Alta Valtellina investirà molto su Livigno e anche sulla ciclabile di Trepalle, che partirà questo mese e darà una vivibilità nuova alla frazione. «Importanti – ha spiegato Galli – anche le nuove fermate autobus, sempre progettate dalla Cmav, che miglioreranno il nostro arredo e la sicurezza, ma non ci dobbiamo fermare :credo che già da quest’anno dovremo avviare la progettazione della nuova piazza del comune, della continuazione della zona pedonale e dovremo assolutamente concludere la progettazione per riqualificare, con marciapiedi, nuove luci e sottoservizi strade come la via Rasia, via Osteria e tante altre».

Nel frattempo, per i cittadini, anche un’altra bella novità dalla casa comunale: l’amministrazione ha deciso di non applicare la Tasi «che metterebbe – ha concluso il sindaco - ancora le mani nelle tasche dei cittadini. Anzi con gli uffici stiamo valutando di rivedere le aliquote dell’ Imu dove possiamo e dove dipende dal comune e non dal Governo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA