Strada del Maloja, al via la petizione  «La galleria va costruita in fretta»
Quando non ci sono frane o slavine sono i cantieri a rallentare le auto

Strada del Maloja, al via la petizione

«La galleria va costruita in fretta»

Chiavenna, mobilitazione in Engadina per chiedere al governo cantonale un’accelerata. «Si tratta di un collegamento internazionale importante, non possiamo aspettare anni».

«La galleria va progettata e costruita in fretta». Ecco la petizione rivolta al Governo del Cantone dei Grigioni per chiedere più sicurezza nel tratto stradale H3b Plaun da Lej-allacciamento Sils Föglias sulla strada del Maloja. Sono disponibili in vari locali pubblici della Bregaglia Svizzera i moduli. L’iniziativa, promossa a sostegno di quanto annunciato in aprile nelle a Maloja e Sils, quando il consigliere di Stato Mario Cavigelli ha spiegato di puntare sulla costruzione di un tunnel, è rivolta sia ai cittadini svizzeri, sia ai frontalieri.

«La H3b Strada del Maloja è un collegamento viario internazionale importante per il nostro Cantone e, per l’economia della regione Engadina Alta/Bregaglia, assolve una funzione fondamentale – si legge nel testo -. Il tratto stradale Plaun da Lej – accesso Sils Föglias deve essere chiuso più volte tutti gli inverni a causa del pericolo acuto di valanghe, questo con conseguenze pesanti per la popolazione, l’artigianato e l’industria locali nonché il settore del turismo e dei servizi».

I promotori della petizione – il referente è il granconsigliere di Sankt Moritz Mario Salis – rilevano che tenendo conto del riscaldamento climatico i pericoli naturali causati da eventi imprevisti - caduta massi - aumentano durante i mesi estivi, aspetto che comporta un pericolo da non sottovalutare per gli utenti della strada. Nelle serate informative tenutesi il 9 e il 16 aprile a Maloja e Sils Maria, come premesso, Cavigelli ha comunicato al numeroso pubblico accorso che il Cantone intende elaborare un progetto che prevede la realizzazione di una galleria chiusa. Attraverso questo progetto sarebbe possibile evitare e superare in galleria gran parte dei 14 canaloni. I firmatari della presente petizione, consapevoli della grande importanza di una strada sicura per tutta la regione (Engadina Alta/Bregaglia), sostengono espressamente la realizzazione del progetto denominato Cz. Al Governo del Cantone dei Grigioni e all’ufficio tecnico cantonale i firmatari chiedono «un’attuazione snella e veloce delle fasi di progettazione e autorizzazione, nonché la messa a disposizione delle necessarie risorse finanziarie e umane per la realizzazione del progetto Cz».

Ma non solo: puntano anche «alla definizione e all’attuazione di ulteriori misure per l’aumento della sicurezza lungo i passaggi stradali pericolosi, fino alla messa in esercizio del nuovo tracciato stradale». Senza dimenticare la necessità «di limitare il più possibile le chiusure della tratta di strada Plaun da Lej–Sils, senza mettere comunque a repentaglio la sicurezza degli utenti della strada».


© RIPRODUZIONE RISERVATA