Strada dei Forni, più servizi

Ma ora sarà a pagamento

Già pronta le macchinetta dei ticket che sarà a Santa Caterina

Preoccupati i gestori dei rifugi - Il sindaco: «L’area sarà più curata»

Strada dei Forni, più servizi Ma ora sarà a pagamento
Il rifugio dei Forni, uno di quelli raggiungibili attraverso la strada che ora diverrà a pagamento

La strada dei Forni in Valfurva, gettonatissima meta primaverile ed estiva per escursioni di famiglie ma anche per alpinisti e scalatori, dato l’alto numero di rifugi attrezzati presenti in zona, da quest’estate sarà a pagamento. Il tracciato interamente asfaltato, che parte da Santa Caterina Valfurva e si inoltra per 5 km nel cuore del Parco dello Stelvio, sarà oggetto di una riqualificazione importante, sia dal punto di vista del miglioramento dei servizi per l’utenza, sia per quanto riguarda la parte burocratica, con la sistemazione al catasto dei terreni. Proprio per questo si è pensato ad un progetto ad hoc, denominato “accessibilità strada Forni” che, tra le altre cose, sulla scorta dei contenuti generali previsti nel regolamento Vasp prevede il pagamento di un ticket d’accesso per il transito veicolare sulla strada. Già acquistata la macchinetta per la distribuzione dei biglietti (costo tra i 2 e i 3 euro, la quota non è ancora stata definita), che sarà posizionata a Santa Caterina, come pure l’idonea cartellonistica dal momento che, entro metà giugno, la nuova regolamentazione sarà attivata. «Mi auguro – ha commentato il sindaco Angelo Cacciotto– che la gente capisca il perché della scelta. Verranno notevolmente migliorati i servizi, a beneficio di tutti. Ho già incontrato i rifugisti della zona che han fatto valere le loro idee e preoccupazioni ma sono convinto che i benefici si vedranno. Se l’area diventerà più pulita, curata e con l’attivazione dei servizi igienici, le migliorie saranno apprezzate da tutti».

Leggi l’approfondimento sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 9 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA