Venerdì 04 Luglio 2014

Stadi vietati per 5 anni

a due giovani valtellinesi

La Questura di Sondrio mobilitata sul fronte della sicurezza negli stadi

Per un bel po’ le partite di calcio (ma non solo) dovranno guardarle in televisione. Destinatari del provvedimento del Daspo della durata di 5 anni, adottato dal questore di Sondrio Girolamo Fabiano, sono due giovani valtellinesi: un tiranese e un morbegnese.

Entrambi sono già conosciuti negli ambienti delle forze dell’ordine. Il primo, D. R., era già stato denunciato nei mesi scorsi dalla Digos di Milano per propaganda razzista, soprattutto in chiave antisemita.

Il giovane, P. N., nato nella città del Bitto, risulta iscritto alla Curva Scirea, luogo di ritrovo dei tifosi juventini. Fin qui però non ci sarebbe assolutamente niente di male. Il problema è che, secondo la Polizia di Stato, si tratterebbe di un soggetto «dedito alla commissione di reati che offendono e mettono in pericolo e la sicurezza pubblica».

© riproduzione riservata