Lunedì 14 Aprile 2014

Spunta un’altra lista

a Tirano: è la quarta

La corsa al municipio si fa più che mai interessante con una lista civica, la quarta in lizza per Tirano

Spunta una quarta lista a Tirano? Così parrebbe . L’ufficializzazione della candidatura dell’attuale vicesindaco, Martino Della Vedova, che lascia la maggioranza per correre con un nuovo gruppo, ha sbloccato la situazione, provocato reazioni e commenti sul fatto che il “fuoriuscito” sia stato, di fatto, il primo a chiudere lo schieramento e a presentarlo.

Ciò ha risvegliato gli animi di alcune persone che volevano “starsene fuori” dai giochi un po’ per pigrizia, un po’ perché accordi non se n’erano trovati e così è nato spontaneamente un gruppo di opinione che ha pensato di formare una lista oltre a quella di Della Vedova appunto, della maggioranza uscente guidata da Sergio Mascioni e della lista civica “Rinnova Tirano”, capitanata da Franco Spada ( il giovane responsabile dell’ufficio tecnico di Piateda e nuovo volto della politica amministrativa) .

Chi, dunque, farebbe parte della quarta lista? Si vocifera, quale candidato sindaco, di Gianni Giumelli - più volte amministratore, geometra in pensione, peraltro cognato di Mascioni, oltre a Aldo De Campo, una vita da imprenditore alle spalle, 70 anni ma ancora gagliardo, “no coaster” convinto.

Nel gruppo anche il consigliere dell’attuale minoranza Marco Tomasi che commenta: «Neofita di politica e amministrazione mai mi sarei aspettato uno scenario del genere e cioè che a pochi giorni dalla consegna le liste diventassero (magari) addirittura quattro. È comunque un fatto positivo perché in futuro sarà sempre più importante che la gente dia disponibilità all’impegno civico».

Anche Paolo Oberti sarà della partita come candidato consigliere o, forse anche, candidato sindaco. «Se dovessi guardare i debiti del campo sportivo comunale – dice Oberti che, in veste di presidente dell’Us Tiranese, da anni lotta contro il mutuo acceso per pagare il fondo sintetico del campo – dovrei proporre un candidato per lista e, con chi vince discutere per risolvere questo problema della collettività».

© riproduzione riservata