Sport e solidarietà a braccetto  «Prevenzione e sensibilizzazione»
Il gruppo della Lilt Sondrio per Lilt running

Sport e solidarietà a braccetto

«Prevenzione e sensibilizzazione»

Morbegno, sei associazioni coinvolte e quattro eventi concentrati dal 23 aprile al primo maggio. L’obiettivo è raccogliere fondi per la ricerca e promuovere anche il messaggio della donazione.

Sei associazioni e quattro eventi concentrati nella “Settimana sport&solidarietà” andranno in scena nella città del Bitto dal 23 aprile al primo maggio. A presentare programma e contenuti degli eventi sono stati gli stessi organizzatori che diversi anni propongono un evento che fa dello sport lo strumento per diffondere il messaggio della prevenzione, raccogliere fondi per la lotta ai tumori e sensibilizzare alla donazione di sangue, organi, midollo osseo.

Introdotti da Cristina Speziale del Gs Csi Morbegno, sono intervenuti alla presentazione nella sala consiliare del comune, gli organizzatori, accolti dal sindaco Andrea Ruggeri e dall’assessore allo sport Annalisa Perlini che hanno avuto parole di elogio per le associazioni organizzatrici: Gs Csi Morbegno, Lilt, Avis, Aido, Admo e Team Valtellina:«Avete dato tanto in tutti questi anni - sono state le parole del sindaco Ruggeri - riuscendo ad esprimere attraverso la vostra attività il più alto concetto di solidarietà». «Unire solidarietà e sport - ha detto Perlini - significa diffondere valori come quelli del dono, della prevenzione e della solidarietà insieme alla pratica dell’attività sportiva a tutte le età». Il presidente del Team Valtellina, Vitale Tacchini, ha presentato la Kikiriki Run che per il primo anno rientra negli eventi della settimana: «Si tratta di un allenamento in compagnia, alle 6 del mattino, aperto a tutti. Volendo, chi non se la sente può venire in bicicletta.

Tutto il ricavato sarà devoluto alla Lilt di Sondrio. Organizziamo questo evento due,tre volte all’anno e il ricavato va tutto in beneficenza. Speriamo di essere in tanti il 23 aprile, visto che nelle passate edizioni siamo arrivati anche a 80 partecipanti». Il presidente della Lilt Sondrio, Claudio Barbonetti ha presentato la Lilt running «che per il nono anno – ha detto – viene ospitata da Morbegno, un territorio che sa dare molto, più di tutti gli altri in provincia, ad eventi come questo. La giornata è nata da un’idea di un gruppo di donne e cresciuta in questi anni con la finalità principale di raccogliere fondi per la Lilt. Col tempo è diventato un modo per spargere il seme della prevenzione. In Valtellina abbiamo numeri importanti: 5000 visite all’anno di prevenzione che portano la nostra provincia prima in Lombardia per screening del tumore alla mammella. Il nostro obiettivo ora è di portare avanti la prevenzione dei tumori della pelle e acquistare l’attrezzatura necessaria per la mappatura dei nei».

Il presidente del Cs Morbegno, Giovanni Ruffoni, ha presentato il Trofeo Morbegnese «che sarà quest’anno Campionato regionale di società di corsa su strada categorie master, nonché seconda prova del Trofeo delle province lombarde che raggruppa gare di 10 km. In più, da quest’anno, tutte le gare su strada omologate vengono inserite nel calendario nazionale, quindi anche il nostro Trofeo morbegnese, che propone la 10 km omologata per le categorie assolute e master, è gara nazionale». Sono attesi 300 atleti per le categorie giovanili e 500 per la gara di 10 km. Per la gestione della sicurezza del percorso dobbiamo ringraziare fin da subito il gruppo CB Orobico, la Protezione civile, i carabinieri in congedo e tutti i volontari coinvolti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA