Spluga aperto, ma la strada è innevata
Il passo è aperto ma la neve sul versante svizzero non viene spazzata

Spluga aperto, ma la strada è innevata

Il versante italiano era percorribile già all’alba. Da Splugen niente spazzaneve Frontalieri inviperiti

Da mercoledì, con due giorni d’anticipo rispetto alla data del Primo maggio ipotizzata nelle scorse settimane, il passo Spluga è stato riaperto, ma la strada è innevata. Sulla discesa per Splugen non si può rischiare: chi esce di strada finisce nel burrone.

In più occasioni le autorità italiane si sono rivolte a quelle elvetiche per chiedere di mettere in sicurezza il tratto iniziale della cantonale, ad esempio posizionando delle barriere. Nonostante le rassicurazioni ricevute dagli amministratori dei Grigioni, non si sono registrati passi in avanti. Giunti all’altezza di Splugen, praticamente nell’orario dell’inizio della propria giornata di lavoro, alcuni frontalieri hanno incontrato gli operatori dell’azienda svizzera delle strade, diretti verso il passo. Meglio tardi che mai, insomma, ma questo ritardo avrebbe potuto comportare delle spiacevoli conseguenze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA