Spedizione punitiva  in 15 contro 3  Una guerra fra bande
La zona di piazzale Croce Rossa dove è avvenuta la spedizione punitiva

Spedizione punitiva

in 15 contro 3

Una guerra fra bande

Alla Piastra Misteriosa aggressione alcuni giorni fa: in quindici armati di bastone hanno picchiato tre giovani

Forse parlare di guerra tra bande può sembrare esagerato, un termine che rimanda a film ambientati in quartieri malfamati di New York e che sembra davvero difficile da associare ad una piccola città di provincia come Sondrio che, almeno fino a pochi mesi fa, sembrava l’emblema della tranquillità, l’isola felice dove nessuno o quasi aveva paura ad uscire di sera.

Eppure, la scena che si è parata davanti agli occhi di alcuni testimoni qualche settimana fa poco distante dal piazzale della Croce rossa, nel quartiere “La Piastra”, potrebbe tranquillamente essersi verificata nel Bronx, il cui nome in passato è stato proprio associato a quella zona sondriese, non senza rimostranze da parte di chi da quelle parti c’è nato e cresciuto ed è convinto si esageri nel descriverne il presunto degrado.

Ma veniamo all’assurdo episodio, che risale sì ad alcune settimane fa, ma è venuto alla luce soltanto adesso. Tre giovani, conosciuti per precedenti con la droga, sono stati aggrediti da un branco di una quindicina di uomini che li hanno picchiati, anche con bastoni e mazze, sotto gli occhi degli amici. Un vero e proprio raid punitivo, costato ad uno dei tre giovani lesioni che lo hanno costretto al ricovero in ospedale. Quando sono intervenuti i sanitari del 118 - chiamati da un’amica del ferito che ha assistito attonita alla scena - nel frattempo tutti gli altri si erano dileguati. Sulla spedizione indagano gli uomini della Squadra Mobile. ma le indagini non sembrano semplici, anche per la reticenza mostrata dai giovani aggrediti e anche dai testimoni.

Nessuno parla

Perché questa reticenza? Possibile che nessuno avesse riconosciuto gli aggressori? Difficile da credere, anche per la dinamica dell’aggressione: i quindici (o giù di lì) sono andati diretti dai tre sulle panchine, già armati di mazze e bastoni. Cercavano proprio loro, non c’è dubbio, ma perché?


© RIPRODUZIONE RISERVATA