Special Olympics con le scuole dell’Alta Valle
Foto di gruppo della Torch Run a Sondalo

Special Olympics con le scuole dell’Alta Valle

Iniziato il cammino della torcia. Via alle gare martedì a Bormio. Poi tocca a Valdidentro. Testimonial d’eccezione sono Rocca e la Compagnoni

La torcia olimpica che accenderà il tripode per dare il via ufficiale, martedì prossimo, alla cerimonia di apertura della ventisettesima edizione dei giochi nazionali invernali Special Olympics, in programma a Bormio, ha iniziato il suo cammino in Alta Valle.

La cerimonia ufficiale

Ieri mattina la Torch Run ha fatto tappa in Valdisotto dove l’accensione della fiaccola olimpica è stata seguita da tutti i ragazzi delle scuole, da alcuni atleti disabili e dagli amministratori locali con in testa il sindaco Sergio Bracchi. Stamattina, alle 10.30, la fiaccola brillerà nella piazza di Isolaccia, in Valdidentro e domani alle 10.45 la cerimonia ufficiale si svolgerà nel piazzale della chiesa parrocchiale di Livigno. Con questo passaggio, molto significativo e coinvolgente per tutti i Comuni dell’Alta Valle, il comprensorio si appresta ad accogliere una manifestazione che lascerà il segno. Ad attendere la fiaccola a Bormio, martedì 26 gennaio alle 16.30 in piazza del Kuerc, in occasione della cerimonia di apertura, saranno presenti duecento tecnici, quattrocento familiari e circa trecento volontari che vedranno sfilare oltre 460 atleti, con e senza disabilità intellettiva, insieme ai rappresentanti delle associazioni locali per vivere un evento sportivo che valorizzi le capacità di ognuno. Gli atleti, provenienti da tredici differenti regioni d’Italia e da San Marino, e rappresentativi di oltre 44 delegazioni Special Olympics sparse su tutto il territorio nazionale, si cimenteranno nello sci alpino, sci nordico, corsa con le racchette da neve e snowboard, gare che si disputeranno a Bormio 2000 e a Valdidentro. Sarà inoltre promossa, per l’occasione, l’iniziativa ludico-sportiva “prova lo sport”, che consiste in attività di “floor ball”, pattinaggio sul ghiaccio e tennis tavolo finalizzate alla sensibilizzazione di nuovi potenziali atleti in queste discipline.

Le delegazioni

Due campioni dello sport del calibro di Giorgio Rocca, vincitore di una coppa del mondo di specialità e di tre medaglie iridate e Deborah Compagnoni, prima atleta ad aver vinto una medaglia d’oro in tre differenti edizioni dei giochi olimpici invernali nella storia dello sci alpino, sono testimonial di Special Olympics e saranno presenti durante la cerimonia di apertura. Tutte le varie delegazioni saranno accompagnate da una classe delle varie scuole del mandamento impegnate in prima linea anche in un percorso di sensibilizzazione che va oltre l’evento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA