Spazio libri e fioriera distrutti in Valtartano: «Volumi per tutti, che scempio»
Cassetta fracassata e libri distrutti in mezzo ai gerani strappati

Spazio libri e fioriera distrutti in Valtartano: «Volumi per tutti, che scempio»

I vandali si sono accaniti sia sulla mini bibioteca sia sul vaso, spaccando anche i vetri delle finestre.

Che brutto prendersela con chi migliora la qualità della vita in un centro abitato. Un esempio, non certo di quelli da imitare, si è verificato in Valtartano, per la precisione nella contrada Dosso dei Principi.

In questo piccolo angolo situato nel paesino sulle Orobie della Bassa Valle dei vandali hanno completamente distrutto una piccola biblioteca viaggiante, di quelle allestite in una cassetta di legno, in cui vengono sistemati i libri da portare o da prendere in prestito, e una fioriera con tanto di impianto d’irrigazione.

Per completare l’opera   sono poi stati rotti i vetri alle finestre. Il fatto si è verificato l’altra notte ai danni di chi aveva allestito questo spazio aperto a tutti.

«Lo spazio dei Libri viaggianti, l’abbiamo chiamato così io e mio marito allestendolo accanto alla nostra casa, che frequentiamo nel fine settimana e durare le vacanze. La cassetta porta volumi è stata allestita circa tre anni fa dopo aver fatto del volontariato in biblioteca a Morbegno ed esserci appassionati ancora di più al mondo dei libri, mettendoli a disposizione di tutti - dice Maria Gusmeroli -. Peccato averlo visto ridotto così, con quanto accanimento la cassetta è stata distrutta e i volumi gettati a terra e strappati. E poco distante da noi il nostro vicino, che possedeva una bella fioriera con una ventina di gerani e impianto di irrigazione annesso, ha trovato i vasi distrutti e i fiori strappati, buttati a terra in mezzo alle pagine dei nostri libri».

E ancora: «Abbiamo denunciato il fatto ai carabinieri e fatto una segnalazione in Comune. Spero che almeno si possa sensibilizzare qualcuno al rispetto delle cose altrui che poi sono anche di tutti», conclude la signora.


© RIPRODUZIONE RISERVATA