Sparito nei boschi in Valmalenco. Ricerche a tappeto
La foto di Mingarelli pubblicata su Facebook dagli amici con un appello

Sparito nei boschi in Valmalenco. Ricerche a tappeto

Altra giornata di ricerche, a partire da domani mattina, per il turista comasco che risulta disperso in Valmalenco da venerdì sera.

L’uomo è Mattia Mingarelli e ha 30 anni. Amante della Valtellina, ha una casa in affitto a Chiesa Valmalenco, in località Barchi. A quanto risulta, venerdì era uscito dall’abitazione per fare una passeggiata. La sera però non era tornato ed è stato impossibile contattarlo sul telefonino.

Subito si sono messe in azione le squadre dei soccorritori: tutte le forze dell’ordine, il Soccorso alpino, il Sagf della Guardia di finanza e i Vigili del fuoco. Oggi è stata individuata l’auto, a una quota inferiore rispetto a quella in cui il telefono ha dato gli ultimi segnali.

Fino a un certo punto, infatti, è stato possibile ricostruire l’itinerario seguito dal giovane, poi però se ne sono perse le tracce. È proprio a partire dall’ultima zona in cui è passato che si sono diramate le ricerche.

Sono state messe in campo tutte le tecniche utilizzate in questi casi, compreso l’impiego dei cani da ricerca molecolare. Le nubi basse e il nevischio di ieri, invece, hanno reso quasi impossibile l’impiego dell’elicottero per un sorvolo dell’area: dopo pochi minuti di volo l’apparecchio ha dovuto rientrare alla base.

In serata, con l’arrivo del buio, le ricerche sono diventate impossibili. Ai soccorritori non è restato altro da fare che darsi appuntamento per le prime luci dell’alba di domani mattina per una ripresa delle operazioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA