Sottopasso al Trippi (quasi) sotto l’albero   A Montagna lavori agli sgoccioli
Il sindaco Angelo Di Cino

Sottopasso al Trippi (quasi) sotto l’albero

A Montagna lavori agli sgoccioli

L’apertura era prevista per il 15 dicembre, ma alcuni rallentamenti dovuti al gelo l’hanno fatta slittare.

Ci siamo quasi. Pare infatti essere solo questione di pochi giorni e il neonato sottopasso ciclopedonale in località Trippi diventerà patrimonio di tutti. È questa la volontà dell’amministrazione: consegnarlo alla cittadinanza prima di Natale, nonostante ci siano da ultimare ancora dei particolari, alcuni dei quali saranno finiti nella primavera del 2019.

Lo conferma il sindaco di Montagna, che traccia il quadro della situazione: «Questa è la settimana clou - ha detto ieri Angelo Di Cino -; si stanno ultimando i lavori e contiamo di poterlo aprire prima di Natale. Questo è il nostro obiettivo».

È altresì vero che nell’ultima seduta di consiglio comunale lo scorso novembre si era indicata come data di apertura quella di sabato 15 dicembre, «ma le temperature piuttosto rigide di questi ultimi giorni hanno rallentato il cantiere. L’impresa sta facendo il possibile per finire» ha assicurato il primo cittadino.

Chi ha avuto occasione di transitare nell’area dove l’opera è stata realizzata, dopo la chiusura definitiva del passaggio a livello lo scorso agosto, avrà sicuramente notato ciò che è stato costruito sinora. E come è cambiata la zona: «La pista ciclo-pedonale è stata completata, sono state messe piante e aiuole; andremo a breve a posizionare i giochi nel parco dei bambini. Per ora non metteremo a terra l’antitrauma - una copertura particolare, per attutire il colpo in caso di cadute -, poiché le temperature non lo permettono». Sono pressoché ultimati lavori del sottopassaggio, che tanto ha fatto discutere nei mesi scorsi, con non poche polemiche dei residenti e anche una raccolta-firme con più di 400 cittadini contrari all’opera.

«È stata inoltre posizionata la pensilina di attesa dell’autobus - ha aggiunto Di Cino - e in questi giorni si sposterà il segnale semaforico del passaggio pedonale, quello luminoso che indica l’attraversamento».

Come anticipato sopra, ci saranno alcune opere che saranno realizzate al ritorno della bella stagione: «In questo periodo le ditte che si occupano di asfaltature sono chiuse, in quanto è un’operazione che è meglio evitare quando le temperature sono basse, al di sotto dello zero. Dico ciò - è entrato nei dettagli Di Cino -, perché nel progetto sono previsti due rialzi della carreggiata, di contrasto alla velocità e per elevare gli standard di sicurezza. Due interventi che faremo solo a primavera». Un primo rialzo è previsto in corrispondenza tra il parco giochi e la nuova pista ciclo-pedonale, mentre il secondo si realizzerà per intenderci sull’ex strada statale alle porte di Sondrio tra la ferrovia e la farmacia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA