Sotto l’albero un campetto nuovo di zecca
Il rendering del progetto messo a punto per il campo di calcio a sette di proprietà della parrocchia di Tirano

Sotto l’albero un campetto nuovo di zecca

L’intervento da 132mila euro sarà realizzato dal gruppo sportivo Csi con l’aiuto di “Cuore di Tirano”. La parrocchia, proprietaria dell’area: «Sarà aperto a tutti i bambini e i ragazzi di qualsiasi nazionalità e fede».

Un campetto di calcio a sette completamente rinnovato, con un nuovo manto sintetico e, soprattutto, fruibile da tutti. È questo il contenuto del progetto “Ginocchia sbucciate? No, grazie” che è stato presentato, lunedì sera, nel salone dell’oratorio di Tirano da parte della parrocchia e del gruppo sportivo Csi di Tirano. Obiettivo: riqualificazione l’attuale campo, ricoperto di terra e ghiaia, per un costo totale dell’opera di 132mila euro.

L’intervento, che da trent’anni a Tirano si attende, fa parte del programma benefico “Cuore di Tirano”, vale a dire che le offerte raccolte durante le iniziative che si terranno durante le festività saranno devolute a questo progetto, ma i promotori cercano altri sponsor.

«Il Csi ci ha presentato la proposta di realizzare un campo in sintetico e l’idea ci è piaciuta molto – ha detto il parroco, don Paolo Busato -. La parrocchia ha accettato, ma sarà il Csi ad occuparsi della parte economica e fiscale dell’operazione. Invece tengo a precisare che il campo, una volta realizzato, sarà aperto a tutti».

Un concetto – quello dell’oratorio per tutti, bambini e ragazzi di qualsiasi nazionalità e fede - ribadito anche dal vicario, don Nicola Schivalocchi. Sono già molti i ragazzi che frequentano l’attuale campo in terra battuta. Si pensi alle centinaia di giovani che lo affollano d’estate durante il Grest.

«La copertura esistente è pericolosa e poco salubre – spiega Pierluigi Tenni, presidente del Csi Tirano -. Se si cade ci si fa male e poi, quando c’è vento, si alza un gran polverone. In estate, anche bagnandolo, il fondo si asciuga subito. Sono decenni che si parla di sistemare il campo e ora abbiamo deciso di provarci. La struttura è di proprietà della parrocchia, il Csi in comodato d’uso potrà usarla per i propri allenamenti, ma tutti i ragazzi dell’oratorio potranno giocarvi. Attorno al Csi ruota un centinaio di ragazzi delle varie categorie dall’ultimo anno della scuola dell’infanzia (che si allenano al campo della scuola Trombini) fino al Campionato adulti».

In passato alcuni interventi di miglioramento sono stati effettuati, ma erano solo parziali. Ora si procederà con un leggero rimpicciolimento – come ha spiegato l’ingegnere che si sta occupando del progetto, Virgilio Scalco – delle dimensioni del campo per far spazio alle aree di sicurezza laterali, verrà fatto il drenaggio per la raccolta delle acque e dunque posto il nuovo manto. Oltre alle offerte che deriveranno dal “Cuore di Tirano” si presenteranno richieste di finanziamento a Pro Valtellina, Comune di Tirano, Comunità montana e Regione. Ma si conta anche sulla generosità di donazioni private rivolgendosi all’oratorio, al Csi o tramite bonifico bancario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA