«Sotto la piazza Sant’Antonio niente posti auto privati»
Piazza Sant’Antonio, il progetto di garage privati sotto la piazza non rientra nelle priorità del Comune

«Sotto la piazza Sant’Antonio niente posti auto privati»

La minoranza critica in consiglio la convenzione e la rinuncia all’intervento che prevedeva 82 box. Il sindaco replica: «Pronta la sintesi del lavoro con Morbegno 2000, garanzie per i garage all’ex campo delle suore».

Si stringono i tempi sugli accordi fra Comune e Morbegno 2000 (la cordata Quadrio-Tirelli). La giunta Ruggeri è pronta a rendere nota la sintesi degli accordi presi con la società, ma in consiglio comunale si alza la voce della minoranza preoccupata per la «lungaggine e la confusione che caratterizza l’iter», ma «il punto che non riusciamo proprio a digerire è la rinuncia a realizzare gli 82 box privati sotto piazza Sant’Antonio», ha detto dall’opposizione Franco Marchini.

La Morbegno 2000 ha acquisito l’ex area metallurgica Martinelli per riconvertirla a supermercato, ma anche a spazi adibiti a uffici e a strutture residenziali. In cambio della riqualificazione della zona, la società privata si è impegnata tramite convenzione a compensare con opere pubbliche, i cosiddetti standard qualitativi, come le rotonde sulla strada statale 38. Dopo le rotatorie ora tocca alla realizzazione del “parcheggio Campo delle suore”, che si trova appena al di là di piazza Sant’Antonio, con 255 parcheggi semi-interrati e la finitura con campi da gioco in superficie. Intervento a carico alla società che il Comune ha chiesto di limare limitando l’impatto in superficie dei posteggi. Secondo la convenzione il secondo termine di consegna delle opere per la città è fissato per il 2021 e prevede la riqualificazione della piazza Sant’Antonio con la realizzazione di due piani di box interrati sotto l’attuale parcheggio da vendere sul mercato a prezzi convenzionati, oltre alla sistemazione in superficie. È su quest’ultimo passaggio che il contrasto, non certo nuovo, tra opposizione e maggioranza ha trovato spazio anche nell’ultimo consiglio comunale.

Il sindaco Andrea Ruggeri martedì in consiglio ha respinto l’accusa di confusione e lungaggine, «visto che dopodomani (oggi, ndr) sarà disponibile la sintesi del lavoro compiuto con Morbegno 2000, in cui si garantisce innanzitutto la realizzazione dei parcheggi all’ex campo delle suore per l’anno prossimo». Il sindaco ha poi ammesso che ci sono state «riflessioni sull’esclusione degli interventi sulla piazza che è comunale: gli scavi sulla piazza hanno un margine di imprevedibilità, inoltre il mercato è cambiato da 10 anni a oggi. Ma nel caso in cui si ritenesse non conveniente creare i box al Sant’Antonio, si potrebbe monetizzare il mancato intervento e creare i parcheggi in un’area limitrofa, come l’area San Marco. Decisione che, comunque, si dovrà prendere in futuro».

Un ragionamento che non piace affatto all’opposizione per via dell’importanza dei box sotto piazza Sant’Antonio «che facevano parte di un disegno di rilancio e promozione a favore del recupero del centro storico da parte dei privati», ha rimarcato Marchini. All’opposizione non piace la «piega che la convenzione sta prendendo: le modifiche volute dall’amministrazione sono peggiorative economicamente e urbanisticamente, creando un danno per il Comune». Per Marchini «la riduzione del parcheggio pubblico del San Marco a favore di box da vendere a privati evidenzia una contraddizione: se si riconosce la necessità di box privati, perché eliminare la soluzione già prevista dalla convenzione originaria?». E infine «a carico di chi saranno le spese tecniche delle progettazioni del nuovo parcheggio sul campo delle suore, del parcheggio San Marco e della piazza?».


© RIPRODUZIONE RISERVATA