Sondrio, un giorno speciale per la raccolta fondi a favore degli oratori
Lavori in corso alla Beata Vergine del Rosario per il nuovo salone parrocchiale (Foto by foto gianatti)

Sondrio, un giorno speciale per la raccolta fondi a favore degli oratori

L’annuncio dell’arciprete don Bricola. Domenica 29 settembre sarà possibile contribuire per le opere previste a San Rocco, Sacro Cuore e Rosario.

Una giornata straordinaria per la raccolta delle offerte per i bisogni della Comunità pastorale cittadina. È l’iniziativa che ha lanciato per la prossima domenica 29 settembre l’arciprete don Christian Bricola, attraverso il suo “pensierino” sul foglietto parrocchiale di questa settimana. «Innanzitutto - scrive don Bricola rivolgendosi ai parrocchiani -, vorrei ringraziarvi per la generosità che avete dimostrato in questo anno. Tante persone, giovani e anziane, poveri e ricchi, in diverse circostanze hanno voluto partecipare alla vita della propria comunità con la loro offerta. La pagina del Vangelo in cui Gesù elogia la vedova che dona due spiccioli ci ricorda che non conta quanto, ma conta il come e il perché uno fa la propria offerta. E allora ringrazio tutti: chi ha donato poco e con il cuore, ma anche chi ha donato tanto e spero sempre con il cuore». In occasione delle messe della prossima domenica, l’arciprete ha pensato di dare ai parrocchiani la possibilità «di essere ancora generosi».

Così a San Rocco si raccoglieranno le offerte per il nuovo oratorio, per il quale mancano ancora 550 mila euro; in collegiata si penserà al nuovo impianto di illuminazione per il quale servono ancora 20 mila euro; alla Beata Vergine del Rosario le offerte saranno per il nuovo salone parrocchiale, mancano 15 mila euro. Al Sacro Cuore è la sostituzione della caldaia a necessitare di un contributo di ancora 12 mila euro. Inoltre, sempre al Sacro Cuore, al più presto si affronterà il problema del piazzale disconnesso della chiesa, assicura don Bricola, che con i parrocchiani si è scusato per aver utilizzato il suo “pensierino” per riportare cifre e debiti, conscio che la scelta gli porterà apprezzamenti, ma anche commenti e critiche. «Per me - scrive - è importante essere trasparente e corretto nei vostri confronti».

Con trasparenza nelle scorse settimane l’arciprete ha sempre informato anche sull’evolversi dei diversi lavori in corso e fra due settimane, in occasione della festa patronale della Beata Vergine del Rosario di domenica 6 ottobre, presenterà il rinnovato salone, che sarà benedetto e inaugurato con un rinfresco al termine della messa delle 10. «Lì - ci riferisce - si stanno ultimando i lavori e la prossima settimana i volontari si daranno da fare per le pulizie. Anche l’appartamento della casa parrocchiale è stato risistemato e manca solo la posa dei pavimenti». Con i lavori, lo spazio da adibire ad appartamento è stato ridotto e sullo stesso piano sono stati ricavati dei locali che diventeranno le sedi del Gruppo Scout e dell’Azione Cattolica parrocchiale. Le due realtà associative lasceranno così gli spazi ormai vetusti di via Cesare Battisti, sopra il Cinema Excelsior.

Il nuovo salone si presenterà come polifunzionale. «Non c’è più il palco - spiega l’arciprete -, ma sarà possibile comporlo con strutture provvisorie che ancora devono essere previste. In compenso avremo una sala polifunzionale più ampia, adatta non solo per le attività dell’oratorio, ma anche per conferenze, incontri, feste. Per rispettare le normative vigenti, i posti a sedere saranno al massimo 99 e volentieri li metteremo a disposizione anche di realtà non legate alla parrocchia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA