Sondrio, tredici carri e tre gruppi al via  Il Carnevale si prepara a sfilare
Paolo Delfino, Francesca Canovi, don Ferruccio Citterio e Silvio Mevio

Sondrio, tredici carri e tre gruppi al via

Il Carnevale si prepara a sfilare

Svelati numeri e programma della tre giorni di divertimento. Il clou nelle vie cittadine domenica 24 - E dalla Valmalenco arrivano... gli Ufo.

Se volete sapere chi saranno il Re e la Regina dell’undicesima edizione del Carnevale dei Ragazzi non occorre sfregare con un cotone imbevuto la pagina che state leggendo (a Carnevale ogni scherzo vale...). Bisognerà attendere il pomeriggio del 24, quando in piazza Garibaldi i reali saranno eletti tra i tredici carri che prenderanno parte alla sfilata, che da piazza San Rocco si muoverà intorno alle 14.

Sarà la banda cittadina Celestino Pedretti a “dare un tono” a tutta la sfilata lungo il tortuoso percorso, irrorandolo di note, là dove ci saranno già stuoli di bambini e non solo che lo affronteranno piano piano, pieno di coriandoli, stelle filanti e trombette. Ma questo è lo spirito del carnevale.

Tredici carri e tre gruppi in questa tre giorni “carnascialesca”, che in realtà «prende il via venerdì 22 – come ha spiegato Silvio Mevio nella conferenza stampa di presentazione di mercoledì in comune – con la cena di Carnevale in programma all’oratorio del Sacro Cuore, durante la quale il comico Sergio Procopio proporrà lo spettacolo dal titolo “l’Attesa”».

«Sabato 23 re e regina della passata edizione andranno in visita alla scuola elementare Paini di via IV Novembre al mattino, mentre nel pomeriggio alle 14,30 “Tutti (rigorosamente) in maschera” al cinema Excelsior per la proiezione di Big-Foot 2». A questo evento seguirà un corteo mascherato fino in piazza Campello, dove è prevista la discesa delle mascherine dal campanile, con sorpresa. Quindi apertura ufficiale del Carnevale. Domenica sfilata per le vie cittadine e gran festa in piazza Garibaldi.

Alla conferenza stampa in sala Consiglio hanno preso parte il sindaco Marco Scaramellini, l’assessore Francesca Canovi, Paolo Delfino e Silvio Mevio del Comitato organizzatore e don Ferruccio Citterio per la comunità pastorale di Sondrio. «Il Comune è sempre al fianco di iniziative come queste – ha detto il sindaco -, alle quali teniamo moltissimo e auspichiamo per il futuro una maggiore progettualità in tal senso (stiamo già pensando al Natale, per dire, con l’assessore Canovi), questo è il metro vincente per avere idee chiare, aiutare iniziative come questa alla quale partecipa anche la Valmalenco col suo carro La valle degli Ufo, ma pure Bormio, Grosio, Morbegno, la banda cittadina Celestino Pedretti, Piateda-Busteggia, Albosaggia, Poggiridenti, Castione, Tresivio».

Francesca Canovi ha ribadito la contentezza dell’amministrazione di poter contribuire al Carnevale. «Molti i carri e diversi provengono anche da paesi limitrofi per contribuire ad arricchire il programma. Un ringraziamento ai numerosi volontari e alle loro preziose “energie”». Don Ferruccio Citterio ha spiegato: «L’intera comunità pastorale si augura che questo Carnevale sia un bel momento di allegria, sano entusiasmo, divertimento. Per tutti». Paolo Delfino ha chiosato: «Era stato Don Cantù nel 1961 a improvvisare la prima sfilata con i ragazzi di San Rocco. Un crescendo e poi il “millennium-bug” di stop per qualche anno. Adesso ha ripreso vigore e siamo a quota 11, con gli altri Carnevali che “divideranno” con noi la piazza: Carneval dei Matt (Bormio), Carneval Vecc (Grosio), Carnevalissimo (Morbegno). Noi andremo da loro a ricambiare la cortesia».

In caso di maltempo la tre giorni si sposterà tutta al weekend successivo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA