“Sondrio street climbing” torna in città  Con il naso all’insù a caccia di emozioni
Torna il 14 aprile lo spettacolo di Sondrio street climbing (Foto by archivio)

“Sondrio street climbing” torna in città

Con il naso all’insù a caccia di emozioni

L’eventoIl 14 aprile il centro storico teatro della manifestazione dedicata all’arrampicata. Torna dopo tre anni la kermesse che unisce sport e divertimento su un percorso sui palazzi

Il 14 aprile il centro storico di Sondrio si trasformerà in una palestra di arrampicata: merito dell’edizione 2018 del “Sondrio street climbing”, manifestazione organizzata dal gruppo Giovani e dalla sezione del Cai di Sondrio, dalla scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata libera “Luigi Bombardieri” con la collaborazione dell’amministrazione comunale del capoluogo e il sostegno di vari sponsor. In occasione della manifestazione che unisce sport e divertimento, dalle 11 sarà possibile iscriversi in piazza Garibaldi: l’obiettivo degli organizzatori, con in testa la responsabile Silvia Della Marianna, è quello di raggiungere almeno trecento partecipanti, eguagliando il bilancio dell’ultima edizione disputata nel 2015.

Dalle 12,30 prenderà il via la competizione su un percorso che si snoderà per le vie del centro storico, le cui difficoltà sono state tracciate da Matteo De Zaiacomo, alpinista di fama internazionale, componente dei “Ragni di Lecco” e vincitore del Sondrio street climbing nel 2014: i boulder che si cimenteranno nella kermesse dovranno affrontare i passaggi su palazzo Lambertenghi, palazzo Martinengo, palazzo Muzio, palazzo Pretorio, sulla stele della resistenza in piazza Campello, sul blocco sponsorizzato da Wine Trail in piazza Cavour solo per fare qualche esempio e avranno tempo fino alle 18 per completare il tracciato.

A partire dalle 18,30 si disputeranno le semifinali e le finali sul campanile della chiesa della Collegiata, che decreteranno il vincitore dell’edizione 2018 del Sondrio Street Climbing.

Nel corso della manifestazione (che verrà rinviata al 21 aprile in caso di maltempo) gli sponsor tecnici del Sondrio Street Climbing allestiranno i loro stand in piazza Garibaldi, dove sarà presente anche Radio Climbing che si occuperà dalle musica e dell’animazione.

Sempre in piazza Garibaldi prenderà posto un mezzo dei Vigili del fuoco, che allestirà una piccola palestra di arrampicata per i bambini e verrà tesa una “slackline” (una fettuccia di poliestere o nylon tesa tra due punti sulla quale si cammina), dove chi vorrà potrà mettere alla prova le sue doti di equilibrista. Un’altra slackline verrà posizionata in piazza Campello, dove verrà tesa anche una high-line (fettuccia tesa a un’altezza considerevole) a 15 metri d’altezza da parte di alcuni ragazzi di Brescia.

In serata, infine, premiazioni, cena e festa aperta a tutta la cittadinanza con estrazione dei premi della Street Fest alla casa del Rugby nella zona della Castellina.

«Da un paio d’anni il Sondrio Street climbing non si disputava più - ha spiegato Marusca Piatta, presidente della sezione di Sondrio del Cai Valtellinese -, ho preso l’impegno di riportare la manifestazione in città nel mio anno di presidenza. Esserci riusciti rappresenta un motivo di grande soddisfazione».

«L’impatto più forte della prima edizione del Sondrio street climbing - ha fatto eco Matteo De Zaiacomo - era stato quello di avvicinare la gente che passava per il centro di Sondrio all’arrampicata e all’alpinismo. Le persone hanno percepito l’arrampicata come un gioco, come una cosa divertente e non pericolosa. Così si è trasmessa la passione per la montagna e ora si è creato un giro di giovani che tante realtà Cai non hanno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA