Sondrio si mette in mostra on line   E scatta la scintilla al primo click
Una vista di castel Masegra, una delle mete suggerite dal portale

Sondrio si mette in mostra on line

E scatta la scintilla al primo click

Il nuovo portale turistico “visitasondrio.it” punta a fare “innamorare” chi lo consulta. Dal centro storico alle frazioni, tante le mete suggerite per visitare e (ri)scoprire il territorio.

“Sondrio, vedrai che ti innamori”. È la frase con cui il nuovo portale turistico del Comune accoglie i visitatori su internet, accompagnato da una carrellata di immagini della città e da diverse proposte per scoprire il capoluogo e i dintorni, in base ai propri interessi. Attivo all’indirizzo visitasondrio.it, il nuovo sito è parte di un progetto di promozione presentato alla Regione nei primi mesi del 2018 e poi cofinanziato dal Pirellone con un contributo assegnato nell’autunno scorso: obiettivo, creare uno spazio online capace di presentare la città ai potenziali turisti, mettendo a disposizione in una veste accattivante tutte le informazioni utili per chi arriva in città per la prima volta o sta pensando di visitare Sondrio, ma pure per i sondriesi che hanno voglia di conoscere meglio il patrimonio storico della città o di (ri)scoprire qualche angolo meno noto.

Dalla pagina iniziale, dunque, si possono consultare le tre sezioni principali del sito, intitolate “Scopri”, “Vivi”, “Ispirati”: dal Teatro Sociale a Castel Masegra, dalle attività all’aperto in città e in Valmalenco, dal Mvsa ai palazzi storici, dai prodotti tipici alle stradine di Scarpatetti, il nuovo portale presenta il patrimonio storico e artistico di Sondrio e suggerisce percorsi a tema per scoprire la città, oltre al calendario degli appuntamenti in calendario durante l’anno, che era già presente sul vecchio portale dedicato agli eventi (ora assorbito da visitasondrio.it). Il tutto in italiano, inglese e tedesco, con la possibilità di condividere direttamente sui principali social network le pagine dedicate ai vari punti di interesse della città (e i collegamenti ai canali del Comune su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube).

Parte dei contenuti nascono da mini-guide e depliant realizzati per l’infopoint a partire dal progetto “Cult city” realizzato in collaborazione con la Regione negli anni scorsi, ma nel corso del tempo il sito continuerà ad ampliarsi e arricchirsi: il portale infatti sarà gestito dagli operatori dell’infopoint, che potranno man mano inserire nuove informazioni o mettere in evidenza eventi particolari.

Sempre da visitasondrio.it, poi, si può scoprire anche il Mvsa, con pagine dedicate ai laboratori, alle mostre, alle attività didattiche e tutte le informazioni per visitare il museo, così come la biblioteca civica Pio Rajna. E c’è uno spazio che presto si riempirà di contenuti: la sezione dedicata a “Cast – Il castello delle storie di montagna”, il museo narrativo che nei prossimi mesi prenderà vita a Castel Masegra. Senza dimenticare le classiche informazioni pratiche: come raggiungere Sondrio, come spostarsi in città, dove soggiornare e mangiare, con l’elenco di alberghi, residence, b&b e di ristoranti e trattorie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA