Sondrio, riecco i musei  Riaprono Mvsa e Cast
Una mostra al Cast

Sondrio, riecco i musei

Riaprono Mvsa e Cast

Orari e giorni diversificati, ma entrambi aperti nei fine settimana

Dopo parecchio tempo in cui il personale dei musei cittadini – Museo valtellinese di storia e arte di Sondrio e Cast, il Castello delle storie di montagna a castel Masegra – hanno mantenuto vivo il contatto con il pubblico con qualificate visite guidate o approfondimenti, tutto on line, da quest’oggi finalmente si potrà tornare a visitare in presenza le sedi culturali.

Con orari e giorni diversificati: il Mvsa sarà aperto da martedì a domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, Cast da giovedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Dunque anche il fine settimana si potrà fruire delle proposte dei due musei, compreso il week end festivo del 1° e 2 maggio, anche se soltanto su prenotazione e con almeno un giorno d’anticipo.

«La riapertura dei musei e la rinnovata possibilità di fruire dei beni artistici in presenza infondono coraggio e speranza - afferma l’assessore alla Cultura del Comune di Sondrio, Marcella Fratta -. Rimane il dispiacere per non aver potuto offrire l’emozione della visione in presenza alle scuole, considerato che siamo ormai in conclusione dell’anno scolastico. Siamo, comunque, disponibili ad accogliere scolaresche nel mese di maggio - aggiunge - e siamo soddisfatti di come le presentazioni del nostro patrimonio culturale raccontato online siano state apprezzate».

«Grazie al costante appoggio dell’amministrazione comunale e dei colleghi del Comune di Sondrio riusciamo a tornare ai nostri orari abituali – afferma la direttrice dei musei, Alessandra Baruta -. Riaprono al pubblico anche le mostre di Trento Longaretti, a palazzo Sassi de’ Lavizzari, e la mostra di Carlo Mauri a castello Masegra. Per l’occasione nei prossimi giorni pubblicheremo anche sulla pagina Fb i video che abbiamo realizzato in questo periodo di chiusura per raccontare due personaggi come Trento e Carlo, figure appassionate che ci permetteranno di viaggiare. Attraverso le opere di Longaretti, infatti, arriveremo fino in Russia, tra colline e cupole, assaporando antiche tradizioni. Con Mauri attraverseremo oceani e deserti, in un viaggio alla ricerca dell’avventura ai confini del mondo».

Tutte le informazioni sui canali social (@visitasondrio) e sul sito www.visitasondrio.it alle pagine dedicate.
Clara Castoldi


© RIPRODUZIONE RISERVATA