Sabato 28 Giugno 2014

Sondrio, mega furto

di gasolio da 70mila euro

Le cisterne situate al limite della proprietà Colsam in una zona isolata. I ladri hanno attraversato un boschetto con una lunga pompa per prelevare il carburanteLa sede dell’azienda fondata nel 1937

Un colpo su commissione e comunque ad opera di professionisti, avvezzi ai furti e a maneggiare liquidi infiammabili.Non sarà facile trovare la banda che nella notte tra giovedì e venerdì ha risucchiato da un deposito della Colsam Gas di Sondrio più di 40mila litri di gasolio.

Una banda che probabilmente ha già preso il largo dalla Valtellina a bordo di un’auto cisterna riempita fino all’orlo.

Stefano Colombera - uno dei tre co-titolari dell’azienda fondata nel 1937 - un’idea se l’è fatta di come sono andate le cose ai piedi della cisterna numero 3 che come un enorme cilindro di acciaio si erge alle spalle della sede di via Ventina. È lui che ci accompagna lungo la via, facendoci percorrere quei cento metri che i ladri hanno coperto srotolando un lungo tubo collegato da una parte alla cisterna e dall’altra alla flangia cieca che hanno manomesso. Un innesto realizzato in modo artigianale. Ma efficace.

A quel punto è stato un gioco da ragazzi: la pompa ha aspirato dalla cisterna che a pieno carico tiene 250mila litri e si sono fermati solo quando hanno riempito l’autobotte. In pratica 41mila litri. Il danno è subito calcolato, visto che ieri il gasolio veniva 1,7 euro al litro, il bottino si aggira sui 70mila euro.

© riproduzione riservata