Sondrio, gli istituti tecnici battono i licei  Ma il classico cresce
Sondrio, studenti all’uscita dal campus diretti verso il sottopasso della stazione ferroviaria (Foto by Luca Gianatti)

Sondrio, gli istituti tecnici battono i licei

Ma il classico cresce

Quadro definitivo delle iscrizioni negli istituti superiori del capoluogo.

È scaduto lunedì 6 febbraio il termine ultimo per le iscrizioni online al nuovo anno scolastico 2018-2019 negli istituti di Sondrio e i giochi sono ormai fatti. Nel capoluogo, dati definitivi alla mano, alle superiori l’istruzione tecnica pare avere avuto la meglio su quella liceale, con circa 380 neo-iscritti nella prima e poco meno di 300 nei licei. Tra questi però crescono le preferenze espresse al liceo classico e all’indirizzo economico-sociale, così come per il liceo scientifico ad indirizzo sportivo. In linea con lo scorso anno, in seppur lieve aumento, il gradimento per l’istruzione professionale.

Questo è il panorama che si va a prefigurare in città, in leggera controtendenza con quello registrato a livello provinciale, doveroso puntualizzare la disomogeneità dei dati, nel 2017-2018, quando le preferenze tra i due diversi percorsi erano pressoché le stesse, ma con i licei davanti ai tecnici: 620 furono gli studenti in tutta la provincia che scelsero gli indirizzi liceali, pari al 38,3% - dati dell’Ufficio scolastico regionale della Lombardia -, 615, ossia il 38%, optò per i tecnici, infine 384 per le scuole professionali, arrivando al 23,7%.

Analizzando nel complesso il numero degli iscritti, ne ha raccolti di più, addirittura in crescita rispetto ad un anno fa, ancora una volta l’istituto tecnico industriale Mattei con 220 “matricole” (215 erano state nel 2017-2018). Centosessantatré ne ha totalizzate il liceo Piazzi Lena Perpenti con una distribuzione tra i vari indirizzi diversa, però, in confronto al febbraio del 2017. Il liceo classico non soltanto mantiene, ma addirittura aumenta con 38 neo-iscritti (tre in più di un anno fa), l’economico-sociale raggiunge quota trentanove, dato pure questo in crescita, mentre il liceo delle scienze umane ne perde: 41 l’hanno scelto quest’anno contro i 57 del 2017. Assolutamente stabile, invece, il liceo linguistico: 45 erano lo scorso anno e 45 sono quest’anno. Al liceo scientifico Donegani si contano 123 nuove iscrizioni, ma è l’indirizzo sportivo, che continua ad incrementare il numero degli iscritti arrivati a 41. Il problema, però è che il liceo può formare una sola classe – lo impone la normativa ministeriale -, e quindi una quindicina di ragazzi non potrà vedere realizzata la propria richiesta e sarà reindirizzata o sul liceo scientifico tradizionale oppure su quello delle scienze applicate.

Al professionale Besta-Fossati tra i Servizi commerciali e l’indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica si è arrivati ad una sessantina di iscrizioni, con un timido aumento rispetto al 2017, soprattutto per il Fossati, dove è attivo anche il percorso di Istruzione e formazione professionale (Ifp). Sessantacinque le matricole al tecnico agrario del convitto Piazzi e sfiorano quota 90 al De Simoni-Quadrio, dove il maggior numero di preferenze le ha raccolte l’indirizzo turistico (38), una novantina anche al Polo di formazione professionale Valtellina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA