Sondrio, Giambelli rimane alla guida del gruppo dei commercianti
Da sinistra Armando Lanzetti, Emanuela Giambelli e Gianluigi Moltoni

Sondrio, Giambelli rimane alla guida del gruppo dei commercianti

Confermata per i prossimi cinque anni al vertice dell’Associazione mandamentale.

Manuela Giambelli resta alla guida dell’Associazione mandamentale di Sondrio, attiva all’interno dell’Unione commercio e turismo. La conferma è arrivata dall’assemblea dei soci. Dal 2012 Giambelli, che sarà coadiuvata da Armando Lanzetti e da Gianluigi Moltoni, eletti rispettivamente vicepresidente vicario e vicepresidente, è al vertice dell’associazione mandamentale che riunisce il comprensorio della città capoluogo e continuerà a guidarla per il prossimo quinquennio. Confermati nel direttivo Pierpaolo Ciapponi, Roberto Lenoci, Davide Moltoni e Massimo Orilieri; mentre i nuovi ingressi sono Gianluca Bassola, Luca Berti, Andrea Lenatti, Vincenzo Robustelli, Nicola Tomasi, Stefano Scetti, Stefano Scimè e Christian Senini. «Sono grata ed emozionata per la stima e la fiducia dimostratemi dal consiglio mandamentale nel volermi riconfermare nella carica di presidente. Un ruolo che mi vedrà fortemente impegnata in quella che considero una grande sfida al servizio della città e del mandamento - ha dichiarato Giambelli -. Accanto a me ho una squadra ben assortita con diversi nuovi ingressi di giovani desiderosi di cambiamento e animati da uno spirito propositivo. Desidero ringraziare altresì il direttivo uscente per il lavoro fatto e soprattutto i rappresentanti che non sono più entrati nella nuova compagine. Tra di essi specialmente Cristina Maspes. Ora Cristina, dopo aver considerato i suoi incarichi, primo fra tutti quello di consigliere comunale, ha deciso di concentrare le proprie energie nell’ambito dell’amministrazione (dove è anche presidente della IV Commissione, che comprende tra l’altro attività produttive, eventi e turismo) per fare un lavoro ancora più incisivo in questo settore, lavoro che avrà effetti positivi anche per ravvivare l’immagine commerciale della città. Uno dei motivi che mi ha indotto ad accettare di nuovo l’incarico è la grande e fattiva collaborazione che si è instaurata con la nuova amministrazione comunale, che sta dimostrando un occhio attento nei confronti del commercio e del turismo. Infine - ha concluso -, desidero ringraziare tutto il sistema Unione, in cui opero da anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA