Sondrio e le Olimpiadi dei sordi  L’apertura in piazza Garibaldi
Michele Diasio, assessore a Sport e Turismo del Comune di Sondrio

Sondrio e le Olimpiadi dei sordi

L’apertura in piazza Garibaldi

Si terranno dal 12 al 21 dicembre. A Santa Caterina Valfurva si svolgeranno le gare di sci alpino, snowboard e sci nordico. Scacchi e hockey su ghiaccio saranno organizzate a Chiavenna. A Madesimo approderanno le gare di curling.

«Il territorio valtellinese e valchiavennasco ha dimostrato, ancora una volta, che se si presenta unito può competere con qualsiasi altra località dell’arco alpino per ospitare eventi di grande livello». Così l’assessore a Sport e Turismo del Comune di Sondrio, Michele Diasio, dopo l’annuncio che saranno le località della provincia di Sondrio a ospitare le Olimpiadi invernali dei sordi, in programma dal 12 al 21 dicembre tra Sondrio, Chiavenna, Madesimo e Santa Caterina Valfurva.

«Per ottenere questo grande risultato – prosegue l’assessore Diasio – è stata fondamentale la collaborazione tra tutti gli enti a vario titolo coinvolti. Un’unità che permetterà di organizzare a Sondrio, capoluogo di provincia, la cerimonia di inaugurazione di questi “giochi silenziosi” che siamo onorati di ospitare. Abbiamo già iniziato a discutere e a stilare un primo programma della manifestazione con le altre amministrazioni comunali, in particolare con quella di Chiavenna». E ancora: «Sono attese oltre mille persone tra atleti e dirigenti (ma l’indotto dovrebbe far gravitare sulla Valle un totale di circa 5mila persone, ndr), un’occasione imperdibile per far conoscere il nostro magnifico territorio ma anche per dimostrare che siamo all’altezza di eventi importanti».

«Le Olimpiadi invernali dei sordi saranno un evento eccezionale e graditissimo - commenta poi il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini -. Come sindaco del capoluogo, sono felicissimo e onorato di poter ospitare la cerimonia inaugurale delle Olimpiadi che si svolgerà in piazza Garibaldi. In questa location, con la cornice dei versanti terrazzati e delle montagne sullo sfondo, gli atleti potranno ricevere il benvenuto nella nostra terra ospitale».

Come detto, le Olimpiadi dei sordi si terranno dal 12 al 21 dicembre. A Santa Caterina Valfurva si svolgeranno le gare di sci alpino, snowboard e sci nordico. Scacchi e hockey su ghiaccio saranno organizzate a Chiavenna. A Madesimo approderanno le gare di curling.

Le Olimpiadi invernali per sordi sono una realtà ormai da decenni. La prima edizione fu organizzata, infatti, nel 1949 in Austria. «Per noi sordi - ha commentato Giuseppe Petrucci, presidente dell’Ente nazionale sordi - oltre che gioia e salute, lo sport è riscatto, integrazione e pari opportunità, è un sentirsi ed essere uguali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA