Sondrio, Biffarella saluta: ora è Battaglia il comandante
Giuseppe Biffarella, comandante dei Vigili del fuoco di Sondrio

Sondrio, Biffarella saluta: ora è Battaglia il comandante

Il passaggio di consegne alla caserma dei Vigili del fuoco.

Dopo oltre sei anni a Sondrio, il comandante provinciale dei Vigili del fuoco Giuseppe Biffarella lascia la Valtellina per la vicina Lecco. Al suo posto arriva dalla direzione regionale della Liguria Marcella Battaglia, ingegnere come Biffarella. Nei giorni scorsi nella sede del comando provinciale dei Vigili del fuoco di via Giuliani c’è stato il passaggio di consegne formale tra il vecchio e il nuovo comandante provinciale.

«In occasione del saluto nel dicembre 2011 avevo assunto impegni precisi, innanzitutto per assicurare la continuità organizzativa del Comando e del dispositivo di soccorso, modernizzandone i contenuti, le procedure e le modalità di comunicazione interna, ed inoltre, impegni per migliorare la visibilità esterna e il prestigio del comando, incrementando le relazioni con le istituzioni, i mass-media e gli utenti presenti sul territorio, infine impegni in tema di formazione interna e di rispetto e tutela della sicurezza del lavoro, attraverso la standardizzazione delle procedure e delle pianificazioni» si legge tra l’altro in una nota diffusa ieri dallo stesso Giuseppe Biffarella.

Gli obiettivi, in ogni caso, sono stati centrati. «Penso con coscienza di aver dato seguito a tutto quanto mi ero prefissato - conferma il comandante -, attraverso strategie e un’attività di comando fondata sulla condivisione, a volte raggiunta, e sul rispetto dei ruoli e della dignità delle persone, attraverso un clima di cordialità e di benessere organizzativo sempre ricercato nella convinzione che le conflittualità non diano mai alcuna risposta efficace».

Non a caso negli ultimi anni si è registrata una netta diminuzione delle rivendicazioni sindacali. «Tra i ricordi a cui tengo di più cui sono anche le tre edizioni del Campo Giovani, un’iniziativa bellissima per i ragazzi che in Valtellina trova la sua sede ideale: qui si possono praticare anche attività come il rafting e il canyoning» spiega il comandante. Tante anche le convenzioni con gli enti e le realizzazioni in materia di formazione e addestramento.

«Ricordo anche l’attivazione delle convenzioni con il Comune e l’Azienda Ospedaliera e gli altri protocolli d’intesa con gli Ordini professionali e le associazioni del mondo del lavoro ancora il comandante uscente -, l’inaugurazione dell’impianto sportivo, della Galleria storica di Chiavenna, dell’area addestrativa di Colorina, della sede di Tresivio e a breve della sede di Tirano, l’istituzione a Sondrio del 2° Gruppo operativo speciale della Lombardia di Movimento terra e del Polo sportivo regionale, l’organizzazione dei campionati Nazionali di sci dei Vigili del fuoco nel 2014».


© RIPRODUZIONE RISERVATA