Sondrio Arena, passi avanti  Il progetto prende forma
Il rendering dell’Arena, la struttura polifunzionale che l’amministrazione comunale intende realizzare in via Tonale

Sondrio Arena, passi avanti

Il progetto prende forma

Il bando Parte la procedura per la fase esecutiva e la direzione dei lavori

La struttura ospiterà discipline del ghiaccio, arrampicata e grandi eventi

In un’estate ricca di novità per le infrastrutture sondriesi, a partire dai ponti a nord e sud della città e in attesa della ciclostazione, non si ferma neppure il progetto della Sondrio Arena, la struttura polifunzionale che l’amministrazione comunale intende realizzare in via Tonale, vicino al campus scolastico, a un passo dalla statale 38 e dalle stazioni di autobus e ferrovia, con l’intento di farla diventare punto di riferimento non solo comunale e provinciale per le discipline sportive legate al ghiaccio e all’arrampicata sportiva, ma anche nazionale e internazionale oltre che luogo deputato ad ospitare eventi di grande richiamo. Anzi.

I fondi ottenuti

Proprio questi giorni della stagione più calda dell’anno fanno registrare importanti passi avanti nell’inter per la realizzazione dell’ambizioso intervento, cui l’amministrazione comunale sondriese tiene particolarmente e per la cui progettazione esecutiva ha ottenuto 900mila euro dal bando nazionale “Italia City Branding 2020”.

Proprio in virtù di quella convenzione con la presidenza del Consiglio dei ministri registrata dagli organi di controllo lo scorso 24 giugno, palazzo Pretorio ha ora aperto il bando per l’affidamento del servizio tecnico professionale di progettazione di fattibilità tecnico-economica, definitiva ed esecutiva, con l’opzione per la direzione dei lavori e delle prestazioni connesse ai lavori di realizzazione della struttura.

Una procedura aperta sopra soglia comunitaria che sarà aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa da valutare in base ai parametri stabiliti per la gara.

Il tutto interamente gestito tramite la piattaforma telematica regionale “Sintel” per un importo pari a 1.782.385 euro, di cui 1.200.135 (più Iva) per le prestazioni riferite alle fasi di progettazione e 582.250, opzionali, per le prestazioni in fase di esecuzione.

Una partita importante

Una gara importante, sia per l’importo, sia per il progetto in gioco, per la quale l’amministrazione ha scelto di avvalersi del servizio di supporto della società Bosetti Gatti & Partners che si è occupata della predisposizione degli atti, degli allegati da compilare e dei provvedimenti da assumere per l’avvio della procedura.

Il dettagliato disciplinare di gara che prevede un unico lotto d’appalto riassume il quadro delle opere necessarie e il loro costo: per il Palasport vero e proprio è prevista una spesa di 2.650.000 euro; 3.800.000 di strutture; 500mila euro per l’impianto idrosanitario; 2.800.000 per quello di riscaldamento; due milioni per l’impianto elettrico e 250mila euro per la sistemazione delle strade di tipo ordinario.

I tempi

Il tutto per la somma complessiva di soli lavori per la realizzazione dell’opera di 12milioni di euro (17 milioni il totale). Indicati anche i tempi dell’appalto: 60 giorni per la progettazione di fattibilità tecnico-economica; 120 per la progettazione definitiva e 90 giorni per la progettazione esecutiva, compreso il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione. Il che significa nove mesi circa dall’affidamento e quindi che il progetto dovrebbe essere pronto per l’estate del prossimo anno.

Tutto il tempo per reperire i fondi necessari alla realizzazione dell’Arena. «Dovremo attingere a fondi esterni - ha dichiarato il sindaco Marco Scaramellini all’atto della presentazione dell’intervento parlando di vari contatti in corso -, ma siamo fiduciosi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA