Sondrio, al parco Bartesaghi e a castel Masegra si navigherà gratis
Al parco Bartesaghi e a castel Masegra presto sarà possibile navigare in rete in modalità wi-fi free

Sondrio, al parco Bartesaghi e a castel Masegra si navigherà gratis

Connessione wi-fi aperta a tutti “nei centri della vita pubblica” non ancora serviti. Il Comune si impegna a garantire “alta qualità”.

Con i fondi europei a Castel Masegra e al parco Bartesaghi arriverà presto la connessione wi-fi gratuita e aperta a tutti, come nelle piazze principali della città. Il Comune ha infatti ottenuto uno dei voucher del progetto “Wifi4Eu”, un’iniziativa dell’Unione europea che mette a disposizione degli enti locali un contributo economico per potenziare i punti di accesso wireless sui rispettivi territori, nei «centri della vita pubblica» che non sono già serviti dalle reti cittadine come SondrioFree o da analoghe iniziative già esistenti.

I fondi sono stati assegnati con un bando lanciato nell’autunno scorso e Sondrio si è aggiudicata un assegno da 15mila euro che coprirà i costi per le attrezzature e l’installazione dei nuovi hotspot, che copriranno l’area di “Cast” (il museo della montagna) e il cortile principale del Masegra e la zona del parco Bartesaghi intorno al chiosco, per un raggio di circa un centinaio di metri. Dal canto suo palazzo Pretorio dovrà occuparsi dei costi della connettività e della manutenzione delle attrezzature, impegnandosi a fornire un servizio «gratis e di alta qualità» per almeno tre anni dall’attivazione degli hotspot.

Della possibilità di attivare un accesso wi-fi al parco Bartesaghi si parlava già tempo fa, ora con il voucher della Commissione europea il progetto si concretizzerà: la scelta è caduta sull’area del chiosco – la cui torretta ospiterà fisicamente gli impianti per l’accesso wireless – perché «si ritiene che sia quella maggiormente frequentata, visto che è il luogo in cui solitamente si svolte la maggior parte delle manifestazioni, è possibile sedersi al bar, ci sono aree sosta dotate di barbecue, ci sono i parchi giochi dei bambini», come si legge nel progetto approvato nei giorni scorsi dalla giunta. L’hotspot resterà attivo anche nei mesi di chiusura formale del parco, visto che l’area verde è comunque frequentata da molti sondriesi anche nella stagione più fredda. Al Masegra, invece, i punti di accesso verranno disposti in modo da coprire tutta l’area espositiva del futuro museo e la corte principale del castello.

I due nuovi hotspot saranno separati dalla rete SondrioFree, che fornisce il wi-fi pubblico nelle piazze della città: in una prima fase funzioneranno senza meccanismi di autenticazione, poi bisognerà utilizzare il sistema che verrà messo in campo a livello europeo. Una volta registrati, gli utenti potranno poi usare le proprie credenziali in qualsiasi hotspot realizzato con “Wifi4Eu”, in tutta Europa. Ma l’attivazione della connessione internet non è l’unica novità in serbo nei prossimi mesi per l’area verde fra Adda e Mallero: palazzo Pretorio sta infatti lavorando anche alla realizzazione di un campo da beach volley all’interno del parco, come evidenziato nei giorni scorsi durante il dibattito in commissione Bilancio. L’ufficio tecnico sta individuando la collocazione più adatta per la nuova struttura e a breve verrà predisposto il progetto, con un budget di circa 30mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA