Sondrio, aiuto alla costruzione del futuro  Borse di studio per venti ragazzi
La consegna delle borse di studio nella nuova sede degli Enti bilaterali (Foto by foto gianatti)

Sondrio, aiuto alla costruzione del futuro

Borse di studio per venti ragazzi

Consegnati gli assegni degli Enti bilaterali commercio e turismo : «A tutti voi va un augurio di cuore per il vostro percorso formativo e di vita»

Un momento di festa e «un motivo di orgoglio», perché con l’iniziativa si sostengono tanti ragazzi nel loro percorso per costruirsi un futuro. Giovedì mattina, nella nuova sede in via Trieste, gli Enti bilaterali territoriali del commercio e del turismo hanno consegnato 21 borse di studio ad altrettanti giovani della provincia, consegnando assegni da mille euro ciascuno per i neolaureati e da 700 euro per i ragazzi iscritti al secondo anno di università.

Un’iniziativa che gli enti portano avanti ormai da diversi anni, ha spiegato il presidente dell’Ebt commercio Maurizio Canova, per dare una mano ai giovani che frequentano l’università: «Consegnare queste borse di studio è motivo di orgoglio - ha spiegato -, perché dall’infanzia fino alla conclusione del percorso di studi i nostri Ebt mettono a disposizione una serie di supporti e sussidi, per sostenere i ragazzi e le loro famiglie».

Dal 2005 ad oggi, gli Ebt - organismi paritetici nati su iniziativa dell’Unione del commercio, turismo e servizi e dei sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil - hanno infatti assegnato in tutto 148 borse di studio per gli universitari, 110 stanziate dall’Ebt del commercio e 38 da parte dell’ente bilaterale del turismo. A completare il quadro, però, ci sono anche sussidi per i piccoli che frequentano l’asilo nido e la scuola dell’infanzia, materiale didattico per gli alunni delle primarie, libri di testo per le medie e le superiori. Per aziende e lavoratori, inoltre, gli Ebt nel 2018 hanno proposto contributi per corsi per le persone disabili, per la frequenza di corsi dedicati alla sicurezza e per acquisto di dispositivi di protezione individuali, e hanno fornito i servizi dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali e altri interventi. L’obiettivo degli enti bilaterali, infatti, è fare da punto di riferimento per aziende e dipendenti, favorire il confronto, promuovere l’apprendistato professionalizzante, sostenere imprese e famiglie con progetti di vario tipo.

Al centro dell’attenzione, attraverso iniziative create “su misura” per la realtà locale, ci sono anche la promozione della formazione professionale e il miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Le borse di studio si inseriscono in questo quadro e sono «un’opportunità interessante», ha rimarcato Marina Pensa, presidente dell’Ebt turismo: «Dobbiamo ringraziare questi ragazzi - ha affermato durante la cerimonia -, è importante che gli Ebt mettano a disposizione le borse di studio, ma altrettanto importante è che le persone si attivino per ottenerle. A tutti voi va un augurio di cuore per il vostro percorso futuro, negli studi e nel lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA