Società operaia, il teatro riapre dopo la Sagra dei crotti
Uno spettacolo della scorsa stagione del teatro della Società Operaia

Società operaia, il teatro riapre dopo la Sagra dei crotti

Pronto un calendario di spettacoli musicali per l’avvio autunnale della sala dal 24 settembre.

Bisognerà aspettare la fine della Sagra dei crotti, appuntamento che ovviamente assorbe tutte le energie dei volontari, ma è ormai imminente la riapertura del teatro della Società operaia di Chiavenna dopo la pausa estiva. Si parte con un autunno all’insegna della musica, in attesa dell’annuncio degli appuntamenti legati al teatro.

Il primo appuntamento data 24 settembre e si intitola “Delirium”, concerto dell’Orchestra di Fiati della Valle Camonica e di Boris Savoldelli. Una serata definita come “Burle Sinfoniche per cantante jazz esaurito e banda disastrata di Federico Agnello” tutta da scoprire.

L’8 ottobre, invece, sarà la volta dell’esibizione degli “Ottavo Richter”. Tempo una settimana e il direttore d’orchestra Lorenzo Passerini tornerà a Chiavenna per dirigere l’opera Il Barbiere di Siviglia. Dopo una serata dedicata al Donne In Rosa Onlus per un appuntamento dedicato alla prevenzione del cancro al seno con il medico Luca Speciani in programma venerdì 21 ottobre, la prima parte dell’autunno si concluderà sabato 22 con la dodicesima edizione della rassegna di canto popolare organizzata dal Coro Nivalis “Vocincoro”. Ovviamente il programma potrà essere integrato con nuovi appuntamenti nelle prossime settimane. Il consiglio è quello di tenere monitorato il sito internet www.societaoperaiachiavenna.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA