Silenziata la banda che prova all’aperto   I vicini si lamentano e chiamano i vigili
La banda di Tirano: il gruppo ha più di 200 anni

Silenziata la banda che prova all’aperto

I vicini si lamentano e chiamano i vigili

Tirano L’episodio venerdì scorso nella frazione di Cologna: concerto interrotto alle 22

La banda musicale suona all’aperto, ma i vicini vogliono dormire ed hanno chiamato i vigili per far interrompere l’esibizione. Lo spiacevole contrattempo è avvenuto venerdì sera nella frazione di Tirano, Cologna, dove la banda cittadina Madonna di Tirano, effettua le proprie prove da quando c’è stata la ripresa dell’attività nel post Covid.

La sede storica della banda all’interno del Palazzo San Michele, in zona Madonna di Tirano, è diventata troppo piccola per le norme di distanziamento anti Covid e quindi il corpo musicale ha dovuto trovarsi una sede alternativa. Grazie alla generosità del parroco di Tirano, don Paolo Busato, la banda può utilizzare per le prove l’ampia sala dell’oratorio di Cologna, sede delle feste delle frazione. Tutto era andato bene fino a venerdì scorso, quando la banda diretta dal maestro Andrea Fioroni, che dirige anche la banda di Livigno, ha effettuato l’ultima prova del concerto che ha poi svolto sabato sera nella piazza di Madonna. Una prova svolta all’esterno per ricreare le stesse condizioni ambientali del concerto, ma la novità non è stata gradita da qualche abitante di Cologna, che ha chiamato la polizia locale, lamentandosi di non poter dormire per i suoni. Agli agenti non è rimasto altro che recarsi sul posto e bloccare l’esibizione. Sonia Bombardieri: «Capisco le ragioni di chi vuole dormire, ma un po’ di tolleranza in più ci stava. Fino alle 22 si può suonare. Il suono della banda è gradevole e un tempo saremmo stati tutti felici di avere un’esibizione sotto casa; invece ora la musica della banda è stata equiparata a un rumore molesto come quelli che invece tartassano le nostre orecchie. Mi spiace non ci si stato dialogo, ovvero chi era infastidito avrebbe potuto dirlo direttamente ai componenti della banda».


© RIPRODUZIONE RISERVATA