Short track, giornata amara per gli azzurri ai Mondiali
Giornata da dimenticare per Martina Valcepina ai Mondiali di Sofia

Short track, giornata amara per gli azzurri ai Mondiali

Dopo un grande venerdì l’Italia dello short track deve mandar giù più di un boccone amaro nella seconda giornata dei Mondiali di scena in Bulgaria. Cancellate in un sol colpo tutte le più concrete speranze azzurre di questa rassegna iridata.

Prima Martina Valcepina nella finale A dei 500 metri, quindi entrambe le staffette tricolori impegnate nelle rispettive semifinali si sono infatti viste squalificate ed escluse rispettivamente dal podio e dalle finali di domani. Una beffa, in particolare, per la Valcepina: spintasi sino in finale A grazie al secondo posto prima nei quarti di finali e poi anche in semifinale, nell’ultimo atto la 26enne valtellinese, dopo una partenza complicata, è risalita fino alla seconda posizione imponendosi sulla linea del traguardo contro l’olandese Van Ruijven. Una prima posizione però non confermata dalla giuria, che l’ha squalificata proprio per il contatto negli ultimi metri con l’avversaria. Dopo tre vittorie consecutive in Coppa del mondo sulla distanza, sfuma dunque l’opportunità del titolo iridato. Nelle distanze individuali l’Italia si consola parzialmente grazie alla top ten odierna raggiunta da Cynthia Mascitto (Skating Club Courmayeur) nei 1500 grazie al terzo posto in finale B; terzo posto in finale B centrato anche da Tommaso Dotti (Fiamme Oro Moena) sulla stessa gara per una 11ª posizione complessiva.

La maledizione della squalifica si è ripetuta anche nelle semifinali delle staffette. Il quartetto femminile formato Cecilia Maffei (Fiamme Azzurre), Arianna Sighel (Sporting Club Pergine), Martina Valcepina (Fiamme Gialle) e Lucia Peretti (Esercito) si è visto infatti penalizzato a causa di un contatto con la Bulgaria, mentre quello maschile composto da Mattia Antonioli (Esercito), Andrea Cassinelli (Velocisti Ghiaccio Torino), Tommaso Dotti (Fiamme Oro Moena) e Yuri Confortola (C.S. Carabinieri) è stato escluso dopo un altro scontro sul ghiaccio, proprio all’ultima curva, con la Cina, al termine di una gara strepitosa dei nostri. Grande sconforto in casa azzurra con l’ultima giornata, quella di domani, che a questo punto vedrà l’Italia impegnata solo nei 1000 metri con Valcepina e Mascitto al femminile, Dotti e Confortola al maschile.

Leggi tutto su La Provincia di Sondrio in edicola e non solo


© RIPRODUZIONE RISERVATA