Sfida a colpi di cocktail dei giovani barman: il vincitore è di Livigno
I premiati del corso barman di secondo livello

Sfida a colpi di cocktail dei giovani barman: il vincitore è di Livigno

Maestro di sci, Alex aprirà presto un locale. Sul secondo gradino del podio due ragazzi pari merito. Alto il livello della competizione che è targata Unione.

Alex Silvestri - 34 anni, di Livigno, maestro di sci che presto aprirà un pubblico esercizio con la moglie Valentina - conquista la cocktail competition che ha siglato la conclusione del corso barman di secondo livello, proposto dall’Unione commercio e organizzato da Free Work Servizi, destinato ai giovani barman che vogliono accrescere la propria professionalità.

Silvestri ha vinto la gara con “Valex ski 4 fun”, un cocktail che ha convinto appieno la giuria (ricetta: after dinner – hot toddy, Tequila Anejo 3/10, triple sec 2/10, crème de cacao 2/10, caffè 3/10, 1 cucchiaino di zucchero e panna in sospensione). Secondi classificati a pari merito, Martina Lenatti (19 anni) di Chiesa in Valmalenco e Antonio Manuel Navarretta di Morbegno. Al terzo posto, Fabio Ferrari (18 anni) di Chiesa in Valmalenco.

L’iniziativa formativa rientra nella lunga tradizione dell’Unione, da sempre impegnata a proporre, con l’ausilio di Free Work Servizi, corsi mirati e diversificati per favorire la crescita professionale degli operatori attivi nei settori del commercio, del turismo e dei servizi. Il corso barman di secondo livello è stato preceduto da quello base, che si è tenuto dal 7 all’11 settembre e che ha visto un buon numero di partecipanti.

Chi ha seguito la formazione base ha quindi avuto l’opportunità di iscriversi subito al corso avanzato, in programma dal 14 al 18 settembre, sempre nella sede di Sondrio dell’Ucts. Entrambi i corsi si sono avvalsi della qualificata docenza di Pierluigi Cucchi della Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi).

Alla gara di fine corso hanno partecipato in tutto 8 allievi (oltre ai già menzionati Alex Silvestri, Martina Lenatti, Antonio Manuel Navarretta e Fabio Ferrari, hanno seguito le lezioni Roberto Calcagno di Caspoggio, Matteo De Buglio di Teglio, Giacomo Dell’Andrino dalla Valmalenco e Marta Poletti di Villa di Tirano), che si sono dimostrati tutti di ottimo livello e molto abili nel mettere in pratica gli insegnamenti del docente, proponendo cocktail ricercati, belli da vedere e buoni da assaggiare, realizzati con perizia tecnica e presentati con eleganza.

Dunque, alla giuria – composta dai vertici dell’Associazione pubblici esercizi dell’Unione Cts: il presidente onorario Amanzio Dossi, il presidente Piero Ghisla, il vicepresidente vicario Pierpaolo Ciapponi e il vicepresidente Pietro Pedrazzoli – il non facile compito di scegliere i vincitori tra candidati tutti di livello più che buono. All’unanimità, infatti, la giuria ha elogiato i corsisti per la bravura e l’impegno dimostrati, per la creatività nella proposta dei cocktail, per la cura e l’originalità nella scelta degli ingredienti e per l’appropriata gestualità nella realizzazione e nel servizio delle bevande.

Grande soddisfazione anche tra i corsisti, per la qualità delle lezioni. «Questo corso – ha commentato Alex Silvestri – mi ha dato le conoscenze e la sicurezza per stare dietro al bancone con professionalità e con la capacità di soddisfare le richieste della clientela».


© RIPRODUZIONE RISERVATA