Domenica 10 Agosto 2014

Sessantacinque docenti

fuori dal precariato

Di ruolo da settembre

Dall’incertezza di un contratto a termine alla sicurezza di un contratto a tempo indeterminato, cioè per sempre. Non poca cosa in tempi in cui si parla tanto di disoccupazione.

Un sogno che si avvera per 65 docenti precari del sistema istruzione di Valtellina e Valchiavenna, che dal prossimo primo settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico 2014-2015, avranno finalmente un posto fisso e, in tasca, dopo anni di servizio e di sacrifici, qualcosa di sicuro. A loro si aggiungono altri 17 lavoratori del pianeta istruzione locale, personale Ata, tra amministratori, tecnici e ausiliari, in totale 82 tra uomini e donne che dicono addio al precariato. La buona notizia è arrivata dopo l’ufficializzazione di giovedì del ministero dell’Istruzione dell’immissione in ruolo degli insegnanti e del personale educativo, con la scuola primaria che ne conta cinque, dopo anni di niente.

© riproduzione riservata