Sentiero Valtellina malandato  Presto interventi anche radicali
Saranno sostituiti steccati e rifatte alcune aree di sosta lungo il sentiero

Sentiero Valtellina malandato

Presto interventi anche radicali

Il presidente Maffezzini annuncia lavori per 350mila euro. Intanto l’ente montano presenta le deleghe affidate ai membri di giunta

Da asfaltature alla posa di nuove protezioni, al restyling di aree di sosta, ormai rovinate dal passare degli anni. La Comunità montana di Sondrio continua a prendersi cura del Sentiero Valtellina, pista ciclo-pedonale che a breve, temperature permettendo, sarà oggetto di una serie di interventi, dove entro la metà di ottobre sarà anche inaugurato il campo di basket e pallavolo sul territorio di Albosaggia, a pochi passi dalla passerella sull’Adda, come è emerso dall’assemblea dell’ente convocata lunedì pomeriggio. Si tratta di opere, per la realizzazione delle quali l’ente comprensoriale ha chiesto e ottenuto un contributo di 350mila euro sull’Accordo quadro di sviluppo territoriale (Aqst), il cui programma di interventi ha nei giorni scorsi ottenuto il via libera da Regione Lombardia.

«Con questi fondi - ha spiegato il presidente Tiziano Maffezzini - riusciremo ad intervenire sul Sentiero Valtellina, che necessita di una manutenzione radicale: va rifatta in alcuni tratti la pavimentazione», ad esempio sul territorio comunale di Castello Dell’Acqua così come su quello di Piateda. «Stiamo già sostituendo alcune palanche laterali di legno, visibilmente consumate dagli agenti atmosferici. Si è deciso, mantenendo lo stesso disegno e taglio, di utilizzare anziché legno, acciaio corten», materiale che si conserva meglio e che richiede meno manutenzione, con un conseguente risparmio di risorse.

«In progetto anche il rifacimento completo di alcune aree di sosta» ha aggiunto lasciando la parola per illustrare la nona variazione, in cui era contemplato il contributo in questione, a Valerio Fumasoni, sindaco di Berbenno, alla sua prima uscita pubblica nelle vesti di assessore al Bilancio.

Fumasoni sarà anche il braccio destro di Maffezzini, in qualità di vice presidente, oltre che assessore alle Foreste, alla Tecnologia e Innovazione digitale e all’Istruzione. A Ida Nani del Comune di Lanzada, la delega di assessore all’Agricoltura e all’Ambiente, mentre al sindaco di Castello Dell’Acqua Andrea Pellerano quelle ai Servizi per i Comuni, Servizi sociali, Sport, Energia e Personale. In giunta esecutiva anche Claudio Vanini, ex-sindaco di Fusine, assessore ai Lavori pubblici, Territorio, Protezione civile e Antincendio boschivo. Maffezzini ha tenuto per se le deleghe al Turismo, Cultura, Attività produttive, Programmazione economica e Rapporti con gli enti e le partecipate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA