Sentiero Città alpina di Morbegno, a marzo l’inaugurazione
Il Parco della Bosca, incluso nel Sentiero del Cai Morbegno Città alpina

Sentiero Città alpina di Morbegno, a marzo l’inaugurazione

Il Cai intende suggellare con un lungo percorso il riconoscimento ottenuto dal Comune nel 2019.

Ci sarà in grande rilievo la bella montagna orobica, della quale è stata scelta una sezione della valle di Albaredo per San Marco, i suoi grandi abeti, verranno portati gli escursionisti per gli argini, i percorsi naturalistici del parco della Bosca, gioiello verde del comprensorio, parco di interesse sovracomunale. Poi si salirà sui Cech, sul panettone estremamente panoramico della Colmen, per poi scendere in picchiata, tra borghi storici di grande fascino fino al sempre simbolico ponte di Ganda.

Sarà inaugurato a marzo, e quindi nel volgere di qualche settimana il Sentiero Morbegno Città alpina 2019, sforzo costruttivo e progettuale del Cai Morbegno, supporto del comitato Morbegno Città alpina 2019 e della municipalità. Percorso ad anello, di 30 Km, obiettivo, di monumentalità naturale e che rende omaggio ai versanti retici e orobici che caratterizzano Morbegno. Rende omaggio con l’impegno degli uomini di montagna al grande prestigio di cui si è fregiata la comunità, con la designazione di Morbegno Città alpina 2019. Al Cai, Club alpino italiano, sezione locale, si stanno perfezionando gli ultimi aspetti organizzativi. «Inaugurazione a marzo - precisa il presidente Cai Marco Poncetta - arriviamo un po’ in coda al 2019, ma il risultato ci ripagherà e suggellerà bene la grande chance dataci con la designazione di Città alpina. Il percorso, ad anello - ha proseguito - partirà dalla stazione ferroviaria, salirà poi fino sopra Albaredo, si scenderà per Arzo, Talamona, parco della Bosca, su alla Colmen. E quindi, Dazio, Cerido, ponte di Ganda, e in su di nuovo per Bottà interessando alcune zone urbane. È in fase di ultimazione - ha ribadito Poncetta - noi come sezione ci siamo occupati della tracciatura orizzontale, il Comune si è accollato l’onere della tracciatura verticale, delle bacheche, della segnaletica. Abbiamo voluto questa realizzazione, così da dare un nostro contributo nel definire ancora meglio il 2019 alpino, morbegnese e internazionale».

Il Comune ha stanziato per l’infrastruttura su contributi Gal, 20mila euro, con delibera 57 dell’aprile 2019. «In questo modo - ha affermato l’assessore alle Attività produttive e Turismo Massimo Cornaggia - il ruolo avuto dalla città nel 2019 darà un impulso a tutta la Bassa valle. Lo sviluppo del nostro comprensorio - chiarisce - deve fare leva sulla valorizzazione dei sentieri, che siano fruibili a piedi, in bici, a cavallo 12 mesi all’anno. E contiamo di rendere accessibili le reti di viabilità alternativa ai diversamente abili. Anche in questo senso per noi Morbegno Città alpina è stato un punto non di arrivo ma di partenza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA