Sei i nuovi positivi,   ma cresce il numero dei guariti
Personale del Morelli

Sei i nuovi positivi,

ma cresce il numero dei guariti

Intanto oggi ripartono i test sierologici privati al Multilab con già 1500 prenotazioni

Sondalo

Sembra stabilizzarsi il contagio in provincia di Sondrio atteso che ieri, i dati riferiti dall’Ats della Montagna, riferivano di sei positivi in più fra la popolazione residente e dimorante per un totale, quindi, di 918 persone positive.

Dato, però, in aggiornamento, per cui è prevedibile attenderne altri nei prossimi giorni. E il fatto che non siano più indicati i Comuni di appartenenza dei positivi non aiuta a descrivere la mappa del contagio che, come ci evidenziano alcuni cittadini, «sarebbe più utile conoscere ora, che giriamo, in modo da evitare o prestare più attenzione ai luoghi dove il contagio è maggiore, piuttosto che prima, che eravamo costretti in casa».

In ogni caso, va anche considerato, che, ora, buona parte dei residenti o dimoranti in provincia che hanno contratto il contagio a inizio o durante il mese di marzo, l’hanno anche superato, e prova ne è il fatto che cresce, costantemente, anche il numero dei guariti, oggi indicato in 421, quattro in più del giorno precedente. Per cui i positivi complessivamente attribuiti a ciascun singolo Comune, oggi, si sono, in larga misura, negativizzati. Forse anche per questo Ats della Montagna preferisce soprassedere nel fornire una mappatura dettagliata, andando su indicatori di più larga massima.

Cresce, ma di una sola unità, anche il dato riferito ai positivi in casa di riposo e in residenze sanitarie per disabili che somma a 376 in totale le persone infette. Nel complesso, quindi, il contagio in provincia di Sondrio, a oggi, riguarda o ha riguardato 1294 persone, di cui, come anticipato, 421 sono guarite e 188 sono decedute. Quest’ultimo dato è rimasto invariato rispetto al giorno precedente, quanto era aumentato di una unità, mentre di ben otto era salito l’11 maggio.

Si fa sempre più difficile, si intuisce, leggere e interpretare questi dati, che, ricordiamolo, sono frutto, anche, di una maggiore ricerca del contagio con tampone, il che, in se è positivo, perchè aiuta a stanare positivi, magari, anche, asintomatici.

I TEST AL MULTILAB

Riparte, da oggi, con furore, l’attività di ricerca degli anticorpi del coronavirus attraverso l’effettuazione di test sierologici da parte dell’unico laboratorio privato a ciò abilitato in provincia di Sondrio. Si tratta di “Multilab soluzioni diagnostiche”, di Morbegno, diretto da Emilio Campanella, una vita nella sanità pubblica valtellinese, come direttore del laboratorio analisi di Morbegno, dell’allora Azienda ospedaliera, e con, alle spalle, un’intesa attività di volontariato come direttore sanitario, per 25 anni, dell’Avis di Morbegno, fondatore, nell’85, del gruppo Admo del posto, e, fino allo scorso dicembre, presidente della Rsa Ambrosetti-Paravicini.«Fino ad un attimo fa avevamo un’agenda con 17 pagine intrise di appuntamenti - assicura Emilio Campanella -, solo qui al centro di via Martinelli, a Morbegno. Poi ci sono i punti prelievo Hippocrates di Sondrio e Centro Salute di Piantedo, cui ci appoggiamo. Non li abbiamo contati, ma penso di non essere troppo distante dalla realtà se indico in 1500 i test complessivamente, ad oggi, prenotati. E le richieste sono in costante aumento, per cui, a fine campagna, potremo arrivare a testare dalle 8 alle 10mila persone in provincia di Sondrio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA