Scuole iscrizioni in calo  Crescono solo i licei
Sondrio, rientro degli studentidelle scuole superiori al campus (Foto by Luca Gianatti)

Scuole iscrizioni in calo

Crescono solo i licei

Alle primarie in un anno cento bambini in meno. Quattro alunni su dieci scelgono gli istituti tecnici - Solo il 17% investe sulle professionali, ma gli indirizzi turistico e alberghiero non registrano alcuna flessione

Quattro alunni su dieci prediligono l’istruzione liceale. Praticamente tanti quanti quelli che scelgono gli istituti tecnici. Solo il 17% “investe” sugli istituti professionali, che continuano a perdere terreno. Con un’unica eccezione: gli indirizzi turistico-alberghieri che non registrano flessioni rispetto ad un anno fa.

In estrema sintesi questo il gradimento espresso dai ragazzi e dalle ragazze che stanno frequentando la terza media e che hanno deciso come proseguire gli studi superiori. È la fotografia restituita ieri dall’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio (Ust) che ha reso noti i dati delle iscrizioni online al prossimo anno scolastico, 2021-2022, che hanno riguardato le classi prime della primaria e della secondaria di primo e di secondo grado.

Analizzando il dato generale, anche la nostra provincia si ritrova a fare i conti con un progressivo calo demografico, che va ad incidere anzitutto sui futuri remigini, come evidenza il dirigente dell’Ust: 100 esatti in meno, essendo passati da 1.530 di un anno fa agli attuali 1.430.

«Quest’anno i dati della primaria evidenziano una diminuzione di un centinaio di alunni nelle classi prime legata inevitabilmente al fenomeno del calo demografico, che si registra negli ultimi anni» dichiara in una nota Fabio Molinari. In crescita, invece, le iscrizioni alle medie. «Un centinaio di studenti aumentano nelle classi prime delle scuole secondarie di primo grado» prosegue nella sua analisi il dirigente Molinari. Un trend in crescita di + 102 iscrizioni: da 1.514 sono salite a 1.616.

«Per quanto riguarda le superiori si è potuto rilevare una sostanziale tenuta degli indirizzi liceali, mentre una lieve tendenza alla flessione si registra sul fronte dei professionali, ad eccezione degli indirizzi turistico-alberghiero, che garantiscono una buona tenuta» prosegue.

Ma anche in questo caso a distanza di un anno il numero delle iscrizioni è calato di 102 unità: da 1.671 alle 1.569 di oggi. Di questi 664 hanno scelto un liceo, 618 istituti tecnici e 287 quelli professionali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA