Scuole, incontro a Sondrio con Sertori: «Collaboriamo»
Da sinistra: Fabio Molinari, Massimo Sertori ed Erminio Tognini

Scuole, incontro a Sondrio con Sertori: «Collaboriamo»

Sul tavolo nella sede dell’Ust di via Donegani, tanti i temi trattati da Molinari e dall’assessore regionale.

Ampliare e migliorare l’offerta formativa delle scuole di Valtellina e Valchiavenna. È la cornice entro cui si inserisce il faccia a faccia tra Fabio Molinari e Massimo Sertori. Era venerdì scorso quando il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio (Ust) si è confrontato sul pianeta istruzione locale con l’assessore regionale agli Enti locali, alla Montagna e Piccoli Comuni. «Si è trattato di un incontro costruttivo - ha commentato Sertori -, che ha permesso di rivolgere l’attenzione su tematiche che riguardano il territorio montano. Ho trovato interesse da parte del dirigente Molinari a un avvio di confronto e una volontà di collaborare insieme al fine di migliorare l’offerta formativa nella nostra provincia. Un percorso partecipato, che vede protagonisti i nostri ragazzi e il loro futuro».

Sul tavolo nella sede dell’Ust di via Donegani, tanti i temi trattati da Molinari e Sertori: dalle esigenze del mondo della scuola, ai suoi risvolti più prettamente legati al settore del lavoro all’interno di un territorio particolare quale quello montano, che caratterizza Valtellina e Valchiavenna, passando per un’analisi delle eccellenze e delle realtà virtuose che da sempre animano i centri socioculturali locali.

«Sono rimasto molto soddisfatto della visita dell’assessore Sertori - ha dichiarato Molinari -. Insieme abbiamo potuto condividere diverse riflessioni circa l’offerta formativa delle scuole del territorio». Nel corso dell’incontro «abbiamo avuto modo di confrontarci in maniera costruttiva su scelte comuni per uno sviluppo positivo del nostro sistema di istruzione e di formazione professionale» ha aggiunto il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale, ringraziando l’assessore valtellinese «per l’interesse e la disponibilità, che mi ha dimostrato e confido di poter avere altri momenti di utile interlocuzione come questo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA